Intermediari assicurativi, revoche sotto il faro Agcm

Giovanni Pitruzzella HP Imc

Giovanni Pitruzzella HP Imc

(Autore: Federica Pezzatti – Plus24)

L’Antitrust verifica l’attuazione degli impegni assunti dalle compagnie leader. Ma le altre che fanno?

A un poco meno di un anno dell’entrata in vigore di Solvency II le compagnie italiane hanno un altro grattacapo da affrontare. L’Autorità garante delle concorrenza e del mercato nei giorni scorsi ha inviato una richiesta di informazioni alle compagnie coinvolte nel procedimento sulla violazione delle norme della libera concorrenza (conclusosi con la delibera del maggio 2014) a cui i gruppi dovranno dare risposta entro 15 giorni. La missiva è stata recapitata a Allianz, Axa, Cattolica, Generali, Groupama, Reale Mutua e Ugf che da sole contano 9.725 agenzie. La richiesta è di fornire informazioni sulla reale messa in pratica degli impegni presi con l’Autority presieduta da Giovanni Pitruzzella (nella foto) che era intervenuta con l’apertura dell’indagine nel giugno 2013.

L’Authority chiede alle sette imprese di comunicare se ci siano state revoche di mandato per gli agenti iscritti nella sezione A del Rui in forza alla compagnia nel periodo che va da giugno 2014 a oggi e di specificarne le motivazioni. In sostanza si vuole controllare che non vi siano stati allontanamenti di chi ha scelto il plurimandato o la collaborazione tra intermediari. L’indagine era stata avviata per «evitare la messa in atto di ostacoli al plurimandato assicurativo e incentivare la concorrenza nel danni, a partire dal settore Rc Auto», come spiegava l’Agcm a giugno 2013 avendo rilevato l’esistenza di clausole contrattuali che rendevano difficile per gli agenti la gestione di più mandati. Per schivare la multa le compagnie hanno presentato degli impegni a rimuovere tali ostacoli che l’Agcm, nella riunione del 20 maggio 2014, ha deciso di rendere vincolanti. Nel dettaglio sono state eliminate disposizioni sull’esclusiva nei contratti agenziali e l’obbligo di informativa preventiva alla compagnia mandante dell’assunzione di altri mandati. Sono stati poi rimossi gli ostacoli di natura operativa (locali agenziali, utenze, dotazioni informatiche) ed economica (rivalsa, provvigioni) all’assunzione di mandati da più compagnie.

Vista la determinazione dell’Antitrust, in molti si chiedono se anche le altre compagnie, non coinvolte nell’indagine, per che hanno conferito mandato a oltre 3.200 agenzie, si adegueranno a queste richieste. Non vi è alcun obbligo, tuttavia sarebbe anomalo che sul mercato assicurativo si creassero due diversi modi di operare nei confronti degli agenti. Un primo, espressione delle principali compagnie operanti, in cui si rispettano le regole di concorrenza, in particolare sul fronte della possibilità di operare in plurimandato e con la libertà di collaborazione con colleghi iscritti anche ad altre lettere del Rui, e un secondo mercato, dove operano anche grosse realtà come Sara, in cui tali presidi di garanzia per gli agenti non sono previsti. In sostanza, gli impegni presi, sono direttamente vincolanti per le sole compagnie indagate, o possono essere estesi, come moral suasion all’intero mercato? Si stanno creando quindi due diversi mondi, uno regolato e l’altro dove vige assoluta libertà di violare i medesimi principi a tutela del plurimandato e del servizio ai consumatori? E che ne pensa l’Antitrust? È corretto che ci siano due pesi e due misure?

Related posts

3 Comments

  1. Maurilio Traetto said:

    Speravo che il nostro sindacato venisse inserito nell’elenco delle associazioni di categoria. Continuate a discriminarci!
    Noi esistiamo !
    Il Presidente Nazionale
    Maurilio Traetto

    • Intermedia Channel said:

      Presidente Traetto, ci corre l’obbligo di segnalarle che ha probabilmente sbagliato bersaglio.

      L’articolo che provoca la sua “ira” sulla possibile nostra discriminazione nei confronti di SNIASS (ci perdoni, ma preferiamo glissare sull’inconsistenza di questa accusa) è tratto da Plus24 e fa parte della selezione di rassegna stampa di Intermedia Channel.

Comments are closed.

Top