INTESA SANPAOLO VITA: LA PRODUZIONE 2013 BALZA A OLTRE 13,6 MILIARDI DI EURO (+98,7%)

Il risultato netto di Gruppo è in crescita dell’1,1% a 346,7 milioni. Salgono anche investimenti e riserve tecniche mentre calano le passività finanziarie

Gianemilio Osculati ImcIl Cda di Intesa Sanpaolo Vita ha approvato oggi i risultati del gruppo assicurativo al 31 dicembre 2013. I risultati ottenuti – si legge in una nota – sono stati “importanti e solidi”, in continuità con quelli realizzati nel 2012, e caratterizzati da “ottime performance, grande efficienza e redditività sostenibile”.

L’esercizio 2013 del Gruppo diretto dall’amministratore delegato Gianemilio Osculati (nella foto) è stato infatti contraddistinto per importanti risultati nella nuova produzione vita, balzata del 98,7% a 13,67 miliardi di Euro (erano 6,88 miliardi nell’esercizio 2012) che hanno determinato per Intesa Sanpaolo Vita un incremento degli Asset Under Management (il valore di mercato di tutti i fondi gestiti per conto dei propri clienti o degli investitori). Il totale delle riserve tecniche e delle passività finanziarie riferite ai prodotti index e unit linked evidenzia una crescita del 10,1%, passando dai 68,22 miliardi di Euro a fine 2012 ai 75,22 miliardi di fine 2013. Nel dettaglio, le riserve tecniche sono salite a 58,4 miliardi (+14,2% rispetto ai 51,13 miliardi dell’esercizio 2012), mentre le passività finanziarie sono scese dell’1,6% a 16,81 miliardi di Euro (dai 17,08 miliardi del 2012). La performance si è riflessa anche nel risultato netto di Gruppo, incrementatosi dell’1,1% a 346,7 milioni di Euro.

Il presidente Salvatore Maccarone ha rilevato con soddisfazione i risultati dell’esercizio appena concluso: “Un 2013 che ribadisce, conferma e per molti versi amplifica i risultati importanti dell’anno precedente. L’eccezionale traino del ramo Vita è accompagnato da un significativo miglioramento delle voci sia attive sia passive. Risultati che ormai ci permettono di affermare che è stata vinta la sfida di puntare sul modello della bancassicurazione, in un mercato che ha bisogno di novità e creatività. Da questo punto di vista il Gruppo Intesa Sanpaolo Vita ha dimostrato di saper essere leader, grazie all’attenzione con cui vengono studiati dal management prodotti e servizi, accolti con apprezzamento da clienti e mercati internazionali. Quando si ha a che fare con una realtà così forte, dinamica ed energica il percorso di crescita coinvolge tutti. Personalmente, il nostro 2013 è stato un anno di eccezionali stimoli e di corroborante dinamismo. Di questo non posso che essere grato al management e a tutti i colleghi, per l’impegno, l’intelligenza e la contagiosa energia”.

Il consuntivo dell’esercizio 2013 è chiaramente molto positivo anche per l’ad Osculati: “Mi piace sottolineare l’efficienza di Intesa Sanpaolo Vita dal punto di vista dei costi di produzione, congiunti al forte contenimento dei rischi. Intesa Sanpaolo Vita è un Gruppo solido e sostenibile e, in un periodo come l’attuale, questa sono qualità di grandissimo valore. Naturalmente, non nascondo che un incremento del 10,4% nel risultato prima delle imposte costituisce in sé un risultato di assoluta eccellenza. Sono particolarmente fiero del team: professionisti che sanno intercettare i bisogni e le richieste delle famiglie italiane, con prodotti di facile comprensione. Costi e rischi al minimo e risultati d’eccellenza: la ricetta di Intesa Sanpaolo Vita sembra semplice, ma è il frutto di un lavoro molto duro e fortunatamente percepito e apprezzato dal mercato”.

Intermedia Channel

Related posts

Top