ISTRUTTORIA ANTITRUST SUL PLURIMANDATO: PUBBLICATI GLI IMPEGNI DELLE COMPAGNIE

Indagine ImcSono stati pubblicati sul sito istituzionale dell’Autorità Garante della Concorrenza e dei Mercati gli “impegni” presentati dai sette gruppi assicurativi sui quali è in corso l’istruttoria dell’Authority per per verificare se i sette gruppi assicurativi interessati  – Unipol Gruppo Finanziario, (comprendente anche Fondiaria Sai), Assicurazioni Generali, Allianz, Società Reale Mutua di Assicurazioni, Società Cattolica di Assicurazione, Axa Assicurazioni, Groupama Assicurazioni – abbiano posto in essere eventuali “intese verticali finalizzate a ostacolare l’esercizio del plurimandato da parte degli agenti assicurativi, e idonee nel loro insieme a restringere la concorrenza”.

Gli “impegni” sono atti unilaterali di impegno ad eliminare i profili anticoncorrenziali, allo scopo di limitare o annullare i provvedimenti sanzionatori. Se violati, una volta accettati dall’Antitrust, potranno far scattare sanzioni fino al 10% del fatturato dell’impresa.

Su quali basi si sono impegnate le imprese dei sette gruppi assicurativi sotto istruttoria? Secondo la newsletter odierna SNA dalla lettura dei documenti emergono, ad esempio, impegni a modificare i vecchi mandati di agenzie in regimi non coerenti con le norme vigenti, a eliminare l’obbligo di comunicazione di assunzione di altri mandati, a rinunciare al diritto dell’impresa di subentrare nel contratto di locazione degli uffici dell’agenzia (il cosiddetto “trilatero”), alla rinuncia al divieto di utilizzo esclusivo dei sistemi informatici sui quali “girano” i programmi delle compagnie, alla rinuncia alla pretesa di un conto separato specifico per l’impresa, all’eliminazione delle differenze provvigionali tra agenti plurimandatari e monomandatari di fatto.

Le possibili osservazioni sugli impegni presentati dai sette gruppi assicurativi dovranno pervenire per iscritto – entro e non oltre il 23 febbraio 2014 – alla Direzione Generale per la Concorrenza – Direzione Credito dell’AGCM; le società interessate dalle osservazioni avranno quindi tempo fino al 25 marzo 2014 per replicare alle stesse, nonchè eventualmente introdurre le conseguenti modifiche accessorie. Il procedimento di valutazione degli impegni, fa sapere l’Autorità, dovrà concludersi entro il 24 aprile 2014, “salvo l’ulteriore tempo necessario per l’acquisizione di pareri obbligatori”.

AGCM – Provvedimento ed impegni presentati nell’ambito dell’istruttoria I702 – Agenti Monomandatari

Intermedia Channel

Related posts

Top