ISVAP: RACCOLTA PREMI TOTALE IN CALO DEL 12,5%

I dati resi noti dall’istituto di vigilanza si riferiscono al 2011. L’auto cresce del 4%.

Diminuisce del 12,5% la raccolta premi totale (110,3 miliardi di euro) realizzata in Italia nel 2011 dalle imprese di assicurazione nazionali e dalle rappresentanze estere che operano nel territorio nazionale. Il dato, come si evince dalla circolare statistica sui premi lordi contabilizzati pubblicata dall’Isvap, «è frutto di una dinamica divergente del comparto vita, in forte calo, e di quello danni, in lieve miglioramento».

VITA – La raccolta nei rami vita, pari a 73,9 miliardi, ha registrato una contrazione del 18% (con una incidenza sul portafoglio globale vita e danni che si attesta al 67% rispetto al 71,5% nel 2010). Le polizze tradizionali di ramo I (assicurazioni sulla vita) sono state pari a 56,6 miliardi (-16,4%); le polizze di ramo III (index e unit linked ) con 12,5 miliardi si riducono del 18,9%, mentre la raccolta del ramo V (operazioni di capitalizzazione) ammonta a 3,1 miliardi (-39,2%).

DANNI – L’andamento della raccolta nei rami danni, pari a 36,4 miliardi, ha evidenziato invece un aumento dell’1,4% (con una incidenza di queste polizze sul portafoglio globale che sale al 33%). Sul risultato danni incide in modo preponderante l’evoluzione della Rc auto, che ha registrato una raccolta di 17,8 miliardi con un incremento del 4,7% rispetto al 2010, sostanzialmente attribuibile, spiega l’Isvap, ai sensibili aumenti tariffari praticati dal mercato.

E’ da osservare infine che l’aumento dei premi Rc auto sarebbe ancora maggiore (raggiungendo il 5,2%) se il confronto avvenisse su base omogenea, escludendo cioè dai dati 2010 la raccolta relativa a tre imprese successivamente uscite dal portafoglio diretto italiano. In questo caso anche l’incremento del totale dei rami danni salirebbe al 2,5%.

Leggi la Lettera circolare Premi al quarto trimestre 2011 – statistiche definitive

Redazione Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top