ITALY PROTECTION FORUM 2013: LA SESSIONE DI APERTURA

IPF 2013

La terza edizione annuale di Italy Protection Forum ha avuto ieri la partecipazione di oltre 600 rappresentanti della industria assicurativa e bancaria, e più di 1.500 persone si sono collegate in diretta streaming trasmetta da PLTV. Dodici tavole rotonde – di cui 3 company events organizzati da RGA, Swiss Re e Munich Re e “l’evento nell’eventoItaly Pension Forum –  hanno animato la giornata.

Nella sessione iniziale animata da Riccardo Sabbatini de Il Sole 24 Ore gli executives del settore presenti – Emanuele Marsiglia, direttore generale BAP; Giuseppe Rovani, direttore generale Credem Vita; Alessandro Scarfò, amministratore delegato Intesa Sanpaolo Assicura; Robert Gauci, general manager MetLife; Daniela Paleari, head of life Munich Re; Luca Filippone, vice direttore generale Reale Mutua; Roberto Rizzo, director business development RGA; Carlo Coletta, branch manager Swiss RE – hanno ribadito che la protection sarà al centro della loro strategia 2013 e sono stati tutti concordi sul fatto che già nel corso del 2012 si sono avuti trends che testimoniano l’impegno del settore verso lo sviluppo di questo mercato.

Lo speech di apertura di Enrico Pollino, director EMFgroup, organizzatore dell’evento, ha sottolineato il fatto che il mercato assicurativo è oggi diviso fra esigenze di redditività, di crescita, di innovazione e necessità di cambiamento. Protection e pensioni ontegrative possono essere la risposta a queste esigenze e necessità, anche se non si possono trascurare alcuni aspetti, fra cui:

Un approccio più proattivo sicuramente creerà più vantaggi competitivi e contribuirà al maggior sviluppo del mercato. Il contesto è sicuramente favorevole: oggi i clienti non vogliono più sostenere certi rischi perchè hanno più timore che eventi negativi possono succedere e anche da una recente indagine di Credit Agricole è emerso che un europeo su tre si sente più esposto ai rischi finanziari.

Diamo appuntamento ai prossimi giorni per una serie di approfondimenti sui temi trattati all’IPF 2013.

Intermedia Channel

Related posts

Top