ITAS, Giovanni Di Benedetto lascia la presidenza del Gruppo

Giovanni Di Benedetto (Foto Roberto Bernardinatti) (3) Imc

Giovanni Di Benedetto (Foto Roberto Bernardinatti) (3) Imc

Il CdA si riunirà il prossimo 11 ottobre per la nomina del nuovo presidente

Con un discorso “di altissimo profilo istituzionale nel quale ha toccato tutti i temi e le sfide che aspettano il Gruppo ITAS in futuro”, Giovanni Di Benedetto (nella foto) ha comunicato nella giornata di oggi al CdA della Capogruppo ITAS Mutua la propria decisione di lasciare la presidenza della compagnia.

Di Benedetto ha sottolineato come il Gruppo, negli anni della sua Presidenza, abbia profondamente modificato il suo posizionamento nel mercato assicurativo italiano, diventando uno dei maggiori operatori nei rami Danni e che “questo rende necessario sia una profonda rivisitazione dei modelli di governance, sia la messa in atto di piani di successione che guardino al futuro e che garantiscano nel medio periodo stabilità di conduzione alla Mutua”.

“Per realizzare questa importante opera di trasformazione – ha proseguito Di Benedetto – è utile che si apra nel Consiglio e tra i soci un ampio dibattito, che possa poi trovare sintesi nell’Assemblea dei Delegati. Desidero che questo dibattito avvenga senza condizionamenti e credo sia nell’interesse della nostra Società che venga condotto da persone che possano seguire nel tempo la sua realizzazione.”

A termini di statuto, Di Benedetto è infatti al suo ultimo mandato.

“So che questa mia decisione è inconsueta e rara in un Paese in cui lo sport principale sembra essere l’occupazione delle poltrone, ma in realtà la meditavo da tempo – ha aggiunto Di Benedetto –. Ora che abbiamo dato stabilità al management e alla gestione aziendale con la nomina di una Direzione Generale professionale, stimata e di alto livello, posso farlo serenamente”.

Di Benedetto ha quindi concluso il suo intervento con un caloroso ringraziamento ai Consiglieri, agli agenti, ai dirigenti e ai dipendenti tutti “per il validissimo e prezioso contributo umano e professionale che hanno offerto in questi anni alla nostra Mutua e al sottoscritto”.

Il Consiglio di Amministrazione ha preso atto, “con rammarico”, della decisione del presidente, sottolineando all’unanimità come anche questa scelta “confermi l’elevato spessore umano e professionale” di Di Benedetto, “che ha ancora una volta dimostrato di voler servire l’ITAS nell’esclusivo interesse della collettività dei Soci”.

Di Benedetto resterà nel Consiglio “al fine di garantire il suo prezioso apporto al dibattito sulla Corporate Governance” e conserverà gli altri incarichi detenuti nel Gruppo, compresa la rappresentanza in ANIA in cui, per la prima volta nella storia dell’ITAS, è riuscito ad ottenere il ruolo di vicepresidente.

Il CdA ha inoltre avviato il percorso per la nomina di Di Benedetto a presidente onorario del Gruppo, “con l’incarico di presiedere e governare la costituenda Fondazione ITAS Mutua, iniziativa da lui ideata e voluta al fine di riaffermare con forza ed in ogni sede i valori della mutualità”.

Il Consiglio di Amministrazione, infine, si riunirà il prossimo 11 ottobre per la nomina del nuovo presidente, ed ha preso atto che, a norma di Statuto, i poteri assegnati al presidente passano ora al vicepresidente vicario Giuseppe Consoli.

Intermedia Channel

Related posts

Top