IVASS, premi 2017 acquisiti dalle imprese italiane all’estero e dalle società estere controllate

Statistiche Imc

Statistiche ImcAttraverso il Bollettino Statistico 15/2018, pubblicato sul proprio sito istituzionale, l’IVASS ha reso disponibili i dati sull’attività internazionale delle imprese italiane nel corso del 2017, composta dalla raccolta premi all’estero delle imprese italiane – effettuata sia direttamente sia tramite le imprese estere controllate – e dalla raccolta premi effettuata in Italia da parte delle imprese estere controllate da gruppi assicurativi italiani.

Le imprese vigilate operanti all’estero interessate dalla rilevazione sono state 27: 19 di queste operano esclusivamente tramite rappresentanze o in Lps (libera prestazione di servizi, ovvero senza una sede stabile), mentre le restanti otto sono imprese vigilate con controllate estere.

Per quanto riguarda le indicazioni sul lavoro diretto, nel 2017 le imprese di proprietà italiana hanno raccolto all’estero premi per 46 miliardi di Euro (di cui 30 miliardi nei rami Vita e 16 in quelli Danni), con un incremento del +6,9% sull’anno precedente. Il risultato deriva da un’accentuata espansione nei rami vita (+9%) e da uno sviluppo più contenuto (+3,1%) nei rami Danni.

Il grado di apertura verso l’estero delle imprese di proprietà italiana (misurato dalla quota dei premi raccolti fuori dal territorio nazionale) ammonta al 32,1%, in crescita rispetto al 30,3% del 2016 ed in larga parte legato all’aumento dell’attività estera nei rami Vita.

La raccolta in Italia delle controllate estere di proprietà italiana ammonta a 9 miliardi di Euro, in calo rispetto ai 9,7 miliardi dell’anno precedente.

La raccolta in Italia delle imprese di proprietà estera ammonta a 61 miliardi, pari al 38% di quella complessiva nel mercato italiano (159 miliardi), di cui 42 miliardi attribuibili a imprese con sede legale in Italia e vigilate dall’IVASS, 10 a rappresentanze vigilate da autorità estere e 9 ad attività diretta in libera prestazione di servizi dall’estero.

Per quanto invece concerne gli indicatori del lavoro indiretto, le imprese di proprietà italiana hanno raccolto all’estero 6,3 miliardi di Euro per premi di riassicurazione, 500 milioni in meno rispetto al 2016. La flessione, ha evidenziato l’Istituto, è avvenuta principalmente nei rami Vita, nei quali la tendenza negativa è in atto dal 2014.

Intermedia Channel


IVASS – Premi acquisiti dalle imprese italiane all’estero e dalle società estere controllate al 2017 – Tavole appendice

Related posts

*

Top