IVASS, workshop sui nuovi strumenti di contrasto delle frodi nella Rc Auto

Frode Assicurativa - Incidente Imc

Frode Assicurativa - Incidente ImcTra i progetti annunciati per il 2017 anche l’attestato di rischio in tempo reale

L’IVASS ha tenuto nella giornata di ieri un workshop sui nuovi strumenti di contrasto delle frodi nella Rc Auto.

Come si legge in una nota pubblicata sul sito dell’Istituto, accanto agli importanti provvedimenti antifrode emanati negli ultimi anni, tra cui le regole di organizzazione degli uffici antifrode delle compagnie e di rendicontazione delle attività, la dematerializzazione dell’attestato di rischio e del contrassegno di assicurazione, la digitalizzazione del certificato di assicurazione, la revisione della Banca dati sinistri e creazione delle banche dati testimoni e danneggiati e la rilevazione trimestrale dei prezzi effettivi delle polizze Rc Auto, i lavori del workshop hanno focalizzato l’attenzione sul nuovo strumento rappresentato dall’Archivio Integrato Antifrode (AIA) operativo dallo scorso giugno, “che rappresenta un esempio di Big Data da utilizzare come formidabile strumento per la lotta alle frodi nonché per l’attività di data quality”.

L’Archivio, ricorda IVASS, produce infatti un report mensile di data quality “che consente alle imprese di monitorare costantemente l’attività di alimentazione delle banche dati antifrode e di conoscere la “qualità” del proprio portafoglio, con l’obiettivo esplicito di potenziamento dell’attività di detection”.

L’IVASS ha anche illustrato i prossimi progetti, da realizzarsi entro il 2017 “ponendo il sistema nazionale all’avanguardia nel panorama internazionale”: istituzione del portale web AIA, completamento degli archivi interconnessi, strumenti avanzati di detection (network analysis) e attestato di rischio dinamico (in tempo reale).

Intermedia Channel

Related posts

Top