La Mo­bi­lia­re, indicazioni positive dal bilancio 2018

La Mobiliare - Sede di Berna (2) (Foto Mobiliare Svizzera Società d'assicurazioni) Imc

La Mobiliare - Sede di Berna (2) (Foto Mobiliare Svizzera Società d'assicurazioni) Imc

Il gruppo assicurativo di Berna ha chiuso l’esercizio con un uti­le con­so­li­da­to di 443,5 mi­lio­ni di fran­chi, in crescita rispetto ai 440,5 milioni registrato a fine 2017 e legato soprattutto alla gestione tecnico-assicurativa. La raccolta premi registra un aumento dell’1,5% a 3,83 miliardi, trainata dai volumi non-Vita (+3,7% a 3,07 miliardi), mentre il comparto Vita segna una flessione del 6,5% a 760,8 milioni di franchi). In miglioramento il combined ratio, che scende di 1,7 p.p. a 89,1%. Decisa la redistribuzione di 160 milioni di franchi agli assicurati dei rami non-Vita, che usufruiranno uno sconto annuale del 20% sui premi delle polizze eco­no­mia do­me­sti­ca e sta­bi­li. Negli ultimi dieci anni la compagnia ha redistribuito ai propri assicurati non-Vita più di 1,4 miliardi di franchi provenienti dal fondo delle eccedenze

Il gruppo assicurativo la Mobiliare (nella foto, di Mobiliare Svizzera Società d’assicurazioni, la sede) ha chiuso un positivo 2018 con risultati in complessiva crescita. Il gruppo bernese ha infatti registrato un u­ti­le con­so­li­da­to pari a 443,5 mi­lio­ni di fran­chi, in miglioramento rispetto ai 440,5 milioni dell’esercizio 2017. L’andamento positivo è da at­tri­bui­re prin­ci­pal­men­te al ri­sul­ta­to tec­ni­co-as­si­cu­ra­ti­vo, au­men­ta­to da 145,2 mi­lio­ni a 255,3 mi­lio­ni di fran­chi. Il ri­sul­ta­to fi­nan­zia­rio ha invece registrato un netto calo, scendendo a 240,8 mi­lio­ni di fran­chi (dai 336,6 mi­lio­ni dell’esercizio 2017), for­te­men­te in­fluen­za­to dal­ negativo an­da­men­to dei mer­ca­ti azionari.

In incremento la raccolta premi complessiva: +1,5% a 3,83 miliardi di franchi. Per quanto riguarda il dettaglio dei comparti di attività, la raccolta del segmento non-Vita è au­men­ta­ta del 3,7% a 3,07 mi­liar­di di fran­chi, con un particolare contributo dei nuovi affari, in sensibile aumento rispetto al 2017. L’o­ne­re per si­ni­stri si è at­te­sta­to al 60,7%, in calo di 2,5 pun­ti per­cen­tua­li ri­spet­to al­l’an­no pre­ce­den­te, mentre il rapporto costi è cresciuto di 0,7 p.p. al 27%. Gli indicatori hanno influenzato positivamente il com­bi­ned ra­tio, in miglioramento di 1,7 punti percentuali al­l’89,1%.

Il comparto Vita ha invece risentito del­l’an­da­men­to negativo dei volumi del­la pre­vi­den­za pro­fes­sio­na­le, chiudendo con premi lordi in contrazione del 6,5% a 760,8 milioni di franchi. Buone indicazioni sono arrivate dalla pre­vi­den­za pri­va­ta (+10,6%) e dagli affari con pre­mi uni­ci pe­rio­di­ci (+5,1%).

Il Gruppo, infine, condividerà nuovamente i risultati conseguiti con i propri clienti: a partire da metà 2019 sarà infatti redistribuito un importo totale di 160 milioni di franchi agli assicurati dei rami non-Vita, che andrà a finanziare uno scon­to del 20% per i pre­mi del­le polizze eco­no­mia do­me­sti­ca e sta­bi­li. Ne­gli ul­ti­mi die­ci anni, gra­zie al fon­do del­le ec­ce­den­ze, la Mo­bi­lia­re ha di­stri­bui­to ai pro­pri as­si­cu­ra­ti non-Vita più di 1,4 mi­liar­di di fran­chi.

Intermedia Channel


la Mobiliare – Relazione d’esercizio 2018

Related posts

Top