Laboratorio degli intermediari CESIA, prende forma il database dei rischi di Responsabilità civile

CGPA Europe Italia HiRes (2)

CGPA Europe Italia HiRes (2)Il Laboratorio del Centro Studi costituito da CGPA Europe ha esaminato alcuni casi di sinistri, integrando il lavoro iniziato nei mesi scorsi. Obiettivo: costruire uno strumento informativo per prevenire i rischi di Rc professionale

Si è tenuto nella giornata di ieri a Roma il primo Laboratorio degli Intermediari 2019 del Centro Studi Intermediazione Assicurativa (CESIA), costituito da CGPA Europe (compagnia specializzata nelle soluzioni di Rc professionale degli intermediari assicurativi) “per perseguire lo sviluppo della cultura assicurativa e studiare i rischi della responsabilità civile professionale degli intermediari assicurativi con l’obiettivo di favorirne la prevenzione”.

L’incontro era finalizzata all’analisi di sinistri che hanno originato pronunce giurisprudenziali sulla responsabilità civile degli intermediari. Il Laboratorio di Roma ha quindi proseguito il percorso iniziato nel 2017 dal CESIA: una raccolta dei casi di responsabilità civile registrati nell’attività d’intermediazione con i sinistri denunciati, i profili di responsabilità in capo agli intermediari e le pronunce dei giudici. Un insieme d’informazioni, dunque, dalle quali gli intermediari potranno estrarre le indicazioni utili per la prevenzione.

L’obiettivo del lavoro è quello di poter disporre di una banca dati digitale sempre aggiornata con la casistica generata dalla prassi.

I casi che sono stati analizzati nel Laboratorio di Roma sono stati originati da due fattispecie: infedeltà del subagente ai danni dell’agente per mancata rimessa dei premi incassati ed emissione fraudolenta di polizza falsa ai danni del cliente;

I lavori sono stati diretti da Massimo Michaud – coordinatore del CESIA – e Andrea Dalla Villa, responsabile sinistri di CGPA Europe, che presenterà un’analisi dei sinistri di responsabilità civile professionale degli ultimi cinque anni (2014/2018).

Ai lavori hanno partecipato i componenti del Comitato Scientifico del CESIA – Giovanna Volpe Putzolu (presidente, Professore emerito di diritto delle assicurazioni presso l’Università di Roma “La Sapienza”), Pierpaolo Marano (Docente di diritto delle assicurazioni e di diritto commerciale all’Università Cattolica di Milano), Sara Landini (Docente di diritto privato e di diritto delle assicurazioni all’Università di Firenze) – con la relazione dei casi di sinistri, messa a disposizione per il confronto da CGPA Europe.

Al Laboratorio degli Intermediari è seguito il confronto tra rappresentanti dei Gruppi Agenti e delle Associazioni di categoria dei Brokers.

“Analizzare la casistica dell’operatività professionale, l’evoluzione normativa e gli orientamenti della giurisprudenza ha un’importanza strategica per l’intermediario – ha dichiarato Dalla Villa –. Le informazioni che derivano da quest’analisi hanno un valore formativo che consideriamo decisivo per limitare e gestire i rischi”.

Intermedia Channel

Related posts

Top