Le assicurazioni irlandesi nel 2015

irlanda-bandiera-imc

irlanda-bandiera-imc

Secondo un recente rapporto della Banca Centrale d’Irlanda (i cui principali risultati sono stati riportati dall’ultimo ANIA Trends), il business assicurativo irlandese nel 2015 sarebbe stato caratterizzato da una raccolta premi saldamente in crescita e sostenuta soprattutto dalla domanda di coperture vita estere.

La raccolta del comparto Vita è stata complessivamente pari a 39,4 miliardi di Euro – in crescita dell’8,8% rispetto al 2014 – di cui 9,2 miliardi relativi ai rischi locali (sette miliardi attinenti a polizze di natura previdenziale) e la restante parte ai rischi esteri. Le prestazioni erogate sono ammontate a 27,7 miliardi – a fronte dei 25,4 miliardi dell’esercizio precedente (+9,1%) – il 60,6% delle quali ha riguardato rischi esteri.

Il comparto Danni ha totalizzato premi netti per 3 miliardi di Euro e prestazioni nette per 2,8 miliardi per quanto riguarda i rischi locali, registrando incrementi su base annua pari, rispettivamente al 30% e al 40%. Oltre la metà dei premi (1,1 miliardi) e oltre un terzo degli oneri per sinistri (un miliardo) hanno riguardato coperture sanitarie e infortuni.

Per quanto riguarda i rischi esteri, la raccolta ha raggiunto i 2,7 miliardi di Euro e le prestazioni sono state pari a 1,4 miliardi. Rispetto all’esercizio precedente, i premi sono aumentati del 13%, mentre le prestazioni sono rimaste pressoché invariate. Anche per questa tipologia di rischi, le coperture sanitarie e infortuni costituiscono la voce prevalente.

Intermedia Channel

Related posts

Top