LE OO.SS. CHIEDONO LUMI SUL DESTINO DI ISVAP E COVIP

L’iniziativa è di Fiba Cisl, Fisac Cgil, Fna, Snfia e Uilca, che hanno chiesto un incontro urgente a Governo e Parlamento e si schierano in difesa dell’istituzione Isvap. Anche se auspicano «la nomina di un presidente che presenti caratteristiche di netta discontinuità con il passato»

Un incontro urgente al Ministero dello Sviluppo Economico e al presidente della commissione Finanza della Camera, per conoscere le intenzioni del Governo e del Parlamento relativamente al destino di enti come Isvap e Covip. A chiederlo sono le segreterie nazionali di Fiba Cisl, Fisac Cgil, Fna, Snfia e Uilca.

«È indispensabile che l’attività di vigilanza dell’Isvap svolga il suo ruolo istituzionale nella massima trasparenza, indipendenza e correttezza, a maggior ragione in un periodo in cui il settore assicurativo si sta riorganizzando con processi di concentrazione sempre più accentuati», scrivono le segreterie nazionali di categoria, che «riconfermano il loro impegno nella difesa delle professionalità e dei diritti acquisiti dai lavoratori dell’Isvap e della Covip, anche in un’ottica di tutela generale degli utenti delle assicurazioni e degli iscritti ai fondi pensione. Con riferimento all’Isvap, va evidenziato che è scaduto il mandato del presidente Giannini, per cui occorre procedere con immediatezza alla nomina di un presidente che presenti caratteristiche di netta discontinuità con il passato, in modo tale da rilanciare il ruolo e l’iniziativa dell’Istituto in termini di prestigio, autorevolezza e indipendenza».

Redazione – Intermedia Channel

Authors
Tags , ,

Related posts

Top