LE R.S.A. FATA ASSICURAZIONI SI INTERROGANO SUL FUTURO DELLA COMPAGNIA

Fata Assicurazioni - Sede Roma Imc

Chiesto un incontro con i responsabili del Gruppo Generali dopo le nuove voci di cessione della compagnia al Gruppo Cattolica

Fata Assicurazioni - Sede Roma ImcLe R.S.A. Fata Assicurazioni (Fiba Cisl – Fisac Cgil – Fna – Snfia – Uilca) tornano a far sentire la propria voce dopo che nei giorni scorsi sono circolate voci relative alla vendita della compagnia al Gruppo Cattolica (voci smentite a vari livelli dalla Capogruppo Generali). I rumors hanno però lasciato degli strascichi: “La cosa certa  – si legge in una nota – è che in realtà esiste un interessamento da parte di Cattolica all’acquisto di Fata Danni e che tale intenzione sia già stata formalizzata al Gruppo Generali“.

Le rappresentanze sindacali e il personale Fata si chiedono quindi quale sia la reale volontà del Gruppo Generali sulla questione. “Sono passati solo pochi mesi dall’illustrazione del nuovo Piano Industriale del Gruppo – prosegue la nota –, dove era enunciato che Generali avrebbe dismesso, sia all’estero che in Italia, solo le attività non strategiche. Anche ultimamente l’Amm.re Delegato del Gruppo Dott. Greco ha riaffermato in occasione dell’Assemblea degli Azionisti tenuta a Trieste, che tutti gli asset assicurativi  sarebbero stati mantenuti“.

E allora? Il Fata non è più strategico per il Gruppo Generali?“, si interrogano le OO.SS. “Ricordiamo che il Fata è stato un laboratorio che ha prodotto la gestione della Linea Rischi Agricoli per tutto il Gruppo – continua la nota delle R.S.A. –, cosa che è stata realizzata e portata avanti ottimamente pur tra mille difficoltà. Senza contare poi che la nostra Compagnia produce utili ormai da diversi anni con indici tecnici più che soddisfacenti“.

Quale sarebbe quindi la motivazione che spingerebbe Generali a dismettere il Fata?“, si chiedono ulteriormente le OO.SS. “A nostro avviso sarebbero motivazioni più di carattere finanziario che industriale e tecnico – sottolinea la nota –. E’ evidente però che per i dipendenti del Fata tale vendita comporterebbe alla lunga problemi occupazionali e un peggioramento dei diritti acquisiti ormai da tanti anni all’interno del Gruppo Generali. Inoltre ciò rappresenterebbe un’ulteriore colpo al polo assicurativo romano di Generali, ancora una volta svuotato di risorse umane e di portafoglio da gestire”.

Per tutte queste motivazioni le R.S.A. del Fata interesseranno quindi i coordinamenti nazionali di Generali “affinchè chiedano un incontro immediato con i responsabili del Gruppo per avere un chiarimento su tale questione“.

Intermedia Channel

Related posts

One Comment;

  1. ENZO said:

    Finalmente le Generali si tolgono un carrozzone di compagnia mal gestito negli ultimi anni da pseudo amministratori e direttori commerciali di cui non è il caso di fare ulteriori commenti per non parlare poi di capi area che forse non sono nemmeno in grado di vendere frutta!!!!

Comments are closed.

Top