L’EDITORIALE DEL LUNEDI’ (n.3)

L'editoriale del lunedì

di Fabio Sgroi – Direttore Intermedia Channel

Forse nessuno si sarebbe aspettato una risposta così perentoria e veemente da parte dell’Ania nei confronti dell’Isvap e delle sue interpretazioni in merito agli obblighi per le imprese di assicurazione di offrire polizze Rc auto abbinate all’installazione della scatola nera e di predisporre tariffe su base biennale. Indicazioni che l’Associazione delle imprese ritiene siano illegittime. Urge un immediato intervento del Governo. In secondo luogo via a un contenzioso “italiano”. In terza battuta ricorso alla Corte di Giustizia europea. Queste, in sintesi, le strade che intende intraprendere l’Ania. Che fa sul serio e fa sentire la sua voce.

È del tutto evidente che si sia venuto a creare un equivoco di fondo bell’e buono. Quali deleghe ha affidato il Governo all’Isvap per la “limatura” del pacchetto liberalizzazioni? L’istituto di vigilanza ha carta bianca su tutto? E il Governo può in un secondo momento sovvertire le indicazioni o le interpretazioni dell’authority?

Difficile immaginare i futuri scenari regolamentari riguardanti le assicurazioni (e conseguentemente la distribuzione) in mancanza di una risposta chiara e precisa a questi quesiti. Tra l’altro, l’istituto di vigilanza, il cui ruolo decisorio in questo momento è innegabilmente di primissimo piano, è al centro della riforma delle authority su cui sta lavorando il ministro per lo Sviluppo economico, Corrado Passera, e che punta addirittura all’estinzione dell’istituto stesso.

Alla luce delle forti tensioni che si sono venute a creare attorno all’Isvap si può ben comprendere che l’incontro di questo pomeriggio fra Sna-Unapass e lo stesso istituto di vigilanza su come applicare l’articolo 34 (obbligo di confronto delle tariffe Rc auto) non nasce sotto i migliori auspici. I rappresentanti dei due sindacati e dei gruppi aziendali agenti cercheranno di trasmettere un messaggio chiaro: l’articolo 34, così come è strutturato, è inapplicabile. E si chiederà ancora una volta lo stralcio (richiesta emersa a gran voce anche all’ultimo comitato centrale dello Sna di venerdì scorso). E qui ritorniamo ai quesiti di prima. L’Isvap ha la facoltà di assumere decisioni di questa rilevanza?   

Authors

Related posts

Top