Linear, al via la campagna di sensibilizzazione contro la distrazione alla guida

Smartphone - Guida pericolosa (Foto Hassan Ouajbir - Pexels) Imc

Smartphone - Guida pericolosa (Foto Hassan Ouajbir - Pexels) Imc

Linear Assicurazioni, la compagnia online del Gruppo Unipol, ha sviluppato l’app Linear BestDriver, a disposizione di tutti gli automobilisti, clienti e non clienti. Questa tecnologia – si legge in una nota – è nata con l’obiettivo di misurare la velocità, la fluidità di guida e soprattutto la distrazione al volante. L’app premia il comportamento virtuoso dei guidatori, per abituarli a mantenerlo nel tempo e a diventare dei “BestDriver”, cioè automobilisti più attenti e consapevoli.

“Se qualche anno fa il rischio più grave era l’alcol, negli ultimi tempi la distrazione causata dagli smartphone è diventato il nemico più subdolo alla guida – sottolineano da Linear –. Alcune piccole azioni che compiamo inconsciamente in macchina, come cambiare la canzone in streaming o aprire un messaggio, possono causare gravi rischi per sé e per gli altri. Distrarsi per dieci secondi a 100 km/h corrisponde a percorrere circa 300 metri di strada senza prestarle attenzione, cioè 300 metri di strada al buio”.

L’app è il frutto della collaborazione tra Linear e Leithà, il centro di comeptenza del gruppo assicurativo bolognese per i Big Data e l’intelligenza artificiale. Leithà si è occupata del disegno e dello sviluppo dell’app, dei sistemi di raccolta ed elaborazione dei dati e dei modelli di machine learning indispensabili per il funzionamento dell’iniziativa.

Linear BestDriver, evidenziano dalla compagnia, resta attiva in background e riconosce gli spostamenti in auto distinguendoli da quelli fatti su altri mezzi (es. autobus o treno). Durante i viaggi in auto, rileva come distrazione i tap sullo schermo e le chiamate senza vivavoce o bluetooth. Chi rimane concentrato sulla guida accumula punti e può vincere buoni Amazon al raggiungimento di piccoli traguardi, come quattro settimane di guida prudente o cinque ore senza distrazione. Linear ricompensa anche chi lascia feedback, “abbracciando la filosofia di sicurezza come valore comunitario e non individuale”.

Per comunicare questo obiettivo di responsabilità sociale, Linear – insieme alla global digital agency Isobar – ha realizzato una campagna di sensibilizzazione scegliendo l’originalità dei The Jackal, che ha realizzato un contenuto video nel quale si ironizza con leggerezza sulle “cose più stupide” che si fanno col telefono. La clip è una sequenza di oltre venti azioni inopportune che più o meno tutti possiamo aver fatto con lo smartphone e si conclude, sfruttando uno stacco d’impatto, con #LaCosaPiùStupida, cioè la distrazione durante la guida.

“Quante volte per strada ci capita di vedere persone che guidano con gli occhi sullo schermo e il cellulare in mano? E’ pericolosissimo! – ha dichiarato Andrea Rapetti, direttore generale di Linear –. La questione è semplice: vi fareste portare in auto da un conducente bendato e con una mano legata? Follia pura!”.

“Ma quanti ne sono veramente consapevoli? Linear e The Jackal si sono impegnati in una campagna che vuole affermare questa semplice e grave verità in modo chiaro e diretto, ma con un linguaggio e attraverso mezzi che favoriscano la partecipazione e la condivisione – ha proseguito Rapetti –. L’app Linear BestDriver aiuta a misurare la tua capacità di non fare #lacosapiùstupida, ma non basta: ti premia per salvaguardare te stesso, i tuoi cari e chi sta intorno a te mentre sei al volante. E chissà che non si riesca a raggiungere l’obiettivo che basterebbe a giustificare questa campagna: salvare almeno una vita!”.

Intermedia Channel

Related posts

Top