LO SNA ATTENDE L’UNAPASS E SFIDA GLI 8 PRESIDENTI DI GAA AUTOSOSPESI

In una lettera agli iscritti, Claudio Demozzi, presidente dello Sna, fa il punto in merito al percorso di unificazione della categoria. Istituito un gruppo di lavoro per studiare il matrimonio con l’Unapass. «Gravi e dolororose decisioni», invece, potrebbero attendere i presidenti dissidenti.   

Passato il periodo estivo si torna a parlare di unificazione di Sna e Unapass e dell’iniziativa dei 12 presidenti che starebbero (utilizziamo il condizionale) per passare dalle parole ai fatti, costituendo una nuova associazione di categoria. Su questi due argomenti è intervenuto oggi Claudio Demozzi (nella foto), presidente dello Sna, in una lettera indirizzata agli iscritti.

«Lo avevamo scritto nel nostro programma e lo abbiamo riconfermato in più occasioni: per questo esecutivo, la riunificazione sotto un’unica bandiera di tutte le rappresentanze sindacali, è un obiettivo primario, da perseguire con convinzione», ha esordito l’agente di Trento.

LA QUESTIONE APERTA CON UNAPASS… – «È con questo scopo che abbiamo inviato, nei primi giorni di agosto, una lettera a Massimo Congiu, presidente di Unapass, per comunicargli che durante i lavori dell’ultimo esecutivo è stato nominato il “Gruppo di lavoro unificazione” composto dall’ufficio di presidenza Sna, dal presidente del Comitato dei Gaa e dal collega Piero Melis; sempre con la stessa lettera invitavamo il presidente Congiu ad un incontro che avesse lo scopo di verificare la percorribilità di un percorso di unificazione e, conseguentemente, affrontare una ricognizione dei primi nodi politici e degli aspetti puramente formali», ha specificato Demozzi. «La risposta ufficiale del presidente Congiu non è ancora arrivata, sicuramente a causa del periodo di ferie, ma anche per un impedimento oggettivo legato al fatto che Unapass, nel corrente mese, celebrerà il proprio congresso elettivo e che, a quanto ci risulta, in questi giorni il vertice in carica è chiamato a svolgere unicamente l’ordinaria amministrazione, per loro previsione statutaria. Tuttavia», ha proseguito Demozzi, «notizie giornalistiche odierne riferiscono della decisione di Unapass di indire il congresso nazionale per “dare avvio formale alla costruzione di un nuovo soggetto unitario”, che sappia “fare sintesi tra le prerogative proprie dell’associazione generalista e quelle dei gruppi agenti”. Auspichiamo che il presidente Unapass Congiu e il suo vice, con queste parole, abbiano inteso aprire la strada all’unificazione delle due sigle sindacali (Sna-Unapass) e che pertanto Unapass raccoglierà presto il nostro invito, per dare vita ad un percorso di unificazione, troppe volte avviato, ma mai portato a termine», ha scritto il presidente del Sindacato nazionale agenti.

…E CON I 12 PRESIDENTI DI GRUPPO – «Sempre agli inizi dello scorso mese», ha continuato Demozzi, «abbiamo avviato un’altra operazione importante, indirizzando agli otto presidenti di Gaa autosospesi l’invito a un incontro che avesse lo scopo di chiarire la loro posizione in merito a una notizia, rimbalzata su organi di informazione, circa la costituzione, a opera degli stessi, di un nuovo soggetto sindacale. Lo scambio di lettere che mirava a individuare una data per l’incontro, si è arrestata dopo l’ultima nostra proposta alla quale, gli otto presidenti di Gaa, non hanno dato alcuna risposta, lasciando trascorrere il giorno indicato per l’incontro. Anche in questo caso vogliamo credere che la mancata risposta sia unicamente conseguenza della particolarità del momento e non invece figlia di una precisa volontà di evitare un confronto e un chiarimento. Certamente, perdurando tale atteggiamento, l’esecutivo, a tutela dell’istituzione sindacale, non potrà che assumere gravi e dolorose decisioni, in ordine a tutta la vicenda. Ma la speranza che si tratti solo di un temporaneo malinteso rimane nei nostri cuori».

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

One Comment;

  1. Diogene said:

    ” … gravi e dolorose decisioni …” ( ! )
    Bravo demozzino !! le minacce aiutano molto, in genere, a
    risolvere i problemi !

Comments are closed.

Top