Mefop e AICP aprono le iscrizioni alla quarta edizione della Patente dell’educatore previdenziale

Mefop - AICP - Patente educatore previdenziale Imc

Mefop - AICP - Patente educatore previdenziale ImcMilano e Roma saranno le sedi della nuova “full-immersion” dedicata agli operatori che intendano acquisire la qualifica di educatore previdenziale per diffondere e promuovere la cultura del welfare e della previdenza complementare nelle scuole e nei luoghi di lavoro

Si sono aperte le iscrizioni alla quarta edizione de La patente dell’educatore previdenziale, corso promosso da Mefop (società per lo sviluppo del Mercato dei Fondi Pensione partecipata dal Ministero dell’Economia) in collaborazione con AICP (Associazione Italiana Cultura Previdenziale) e dedicato agli operatori che intendano acquisire la qualifica di educatore previdenziale per diffondere e promuovere la cultura del welfare e della previdenza complementare nelle scuole e nei luoghi di lavoro.

Il corso, che si svolgerà a Roma – a febbraio e marzo – e a Milano (a settembre ed ottobre), prevede tre moduli formativi strutturati in aula e in formazione a distanza. “La patente dell’educatore previdenziale” – si legge in una nota – si rivolge “a tutti gli operatori, gli stakeholder e i cultori della materia previdenziale” (in particolare delegati sindacali, promotori, agenti, uffici del personale, consulenti del lavoro, commercialisti, professionisti, operatori sensibili alla tematica dell’educazione previdenziale e insegnanti), che vogliano perfezionare e aggiornare le proprie competenze, apprendendo al contempo le modalità più efficaci di comunicazione.

Il corso è inoltre ideale per formare sia «educatori previdenziali», intenzionati “a diffondere la previdenza complementare nelle scuole (il canale principale per veicolare iniziative e conoscenze di educazione finanziaria e sociale)”, sia «promotori e delegati», intenzionati a migliorare “l’efficacia della propria attività informativa nei luoghi di lavoro” e non solo.

La nuova edizione de “La patente dell’educatore previdenziale” intende formare degli operatori professionisti in grado di intraprendere con successo l’attività di diffusione della cultura della previdenza complementare. Il metodo didattico interdisciplinare del corso – prosegue la nota – consentirà ai partecipanti di fruire di lezioni di aula finalizzate “ad allineare e aggiornare le competenze di base in materia previdenziale, migliorare la propria capacità comunicativa (grazie a un corso di «Public speaking») ed approfondire tematiche strategiche per la diffusione della cultura e dell’educazione previdenziale (principali leve della previdenza complementare, prospettive evolutive, ecc.)”.

Il corso, come anticipato, si divide in tre macro-moduli formativi strutturati in aula e in formazione a distanza:

  • Pre-assessment (Fad) – Fase di livellamento e aggiornamento normativo, attraverso specifici «oggetti didattici»;
  • Lezioni in aula – 2 moduli didattici (per un totale di 16 ore di lezioni frontali) e un Seminario di alta formazione (intera giornata);
  • Post-assessment (Fad) – Fase di consolidamento e verifica tramite test a risposta multipla. In quest’ultima fase i partecipanti saranno inoltre chiamati a effettuare un’esperienza pratica di tirocinio presso una scuola, con l’assistenza di un tutor.

A conclusione del corso – previa verifica delle competenze acquisite – verrà riconosciuta al partecipante la «Patente dell’educatore previdenziale Mefop-Aicp».

Per costi, calendario degli incontri e modulo di iscrizione si può consultare la brochure allegata in calce all’articolo. Per ulteriori informazioni: 06/48073543 – email: formazione@mefop.it

Intermedia Channel


La Patente dell’Educatore Previdenziale – IV Edizione – Brochure e Modulo di iscrizione

Related posts

Top