MetLife, alto livello di apprezzamento da parte degli intermediari

Customer Satisfaction - Soddisfazione cliente Imc

Customer Satisfaction - Soddisfazione cliente Imc

Il Net Promoter Score della compagnia è a quota 37,8; secondo il 90% degli intermediari, MetLife offre le migliori polizze TCM

MetLife registra un alto livello di apprezzamento da parte degli intermediari, secondo quanto emerge da una ricerca sul livello di NPS (Net Promoter Score, il punteggio per valutare la fedeltà nella relazione tra compagnia e rete) condotta da Innovation Team (società del Gruppo Mbs Consulting) su un campione di 266 intermediari. Il gruppo assicurativo multinazionale, che opera in Italia con un modello distributivo specializzato nelle soluzioni Protection (Vita di Rischio e Salute) e basato su partnership con intermediari indipendenti, presenta infatti un Net Promoter Score di 37,8, valore sette volte superiore a quello medio di mercato e di altri marchi.

Al campione, rappresentativo degli intermediari che operano con la compagnia, è stato chiesto di indicare, attraverso interviste telefoniche e questionari online, su una scala da zero a dieci, quanto consiglierebbe MetLife. La media delle risposte posiziona la compagnia ai massimi livelli nel ranking delle compagnie che collaborano con il campione di intervistati, considerando i soli agenti, MetLife risulta al vertice con un valore di 39,1. Il dato – si legge in una nota – è inoltre crescente in base all’anzianità della relazione con MetLife, pari a 47,2 presso gli intermediari che già nel 2010 operavano insieme alla compagnia, “testimoniando la sostenibilità e la vantaggiosità anche nel lungo periodo di aggiungere MetLife tra le compagnie mandanti”.

MetLife si conferma punto di riferimento per i propri partner nelle polizze Tcm (Temporanea caso morte): nove intermediari su dieci, sono infatti convinti “che MetLife offra i migliori prodotti di questa categoria e, di conseguenza, li propongono maggiormente ai propri clienti rispetto alle soluzioni della stessa tipologia delle altre compagnie”. Alta soddisfazione anche su prodotti specifici riguardanti l’ambito Infortuni, la protezione del mutuo e le soluzioni Vita per professionisti ed aziende.

Per quanto riguarda, infine, il giudizio espresso nei confronti del sistema di servizio e offerta della compagnia, valutazioni elevate, in particolare, si registrano per la comunicazione, i servizi all’intermediario, l’usabilità dei sistemi informatici.

“Questi risultati – ha dichiarato Maurizio Taglietti, general manager per MetLife in Italiadimostrano il buon lavoro svolto in questi anni per consolidare, anche in questo mercato, il nostro modello distributivo basato su partnership indipendenti e sulla libera concorrenza nel mercato di cui i clienti beneficiano. Siamo attenti al giudizio dei nostri partner di business che ci scelgono ogni giorno non in base ai vincoli contrattuali, ma per la qualità del nostro servizio e dei nostri prodotti. Siamo quindi molto soddisfatti del risultato appena misurato nel 2018, a sappiamo che questo traguardo non ci solleva dalla necessità di proseguire sulla strada del continuo miglioramento di ogni servizio rivolto all’intermediario e, naturalmente, al cliente finale”.

Intermedia Channel


* Nota metodologica: La ricerca è il frutto di un’indagine che ha coinvolto un campione di 266 intermediari che lavorano con MetLife ed è stata effettuata dalla società di ricerca e consulenza Innovation Team (Gruppo Mbs Consulting) a fine febbraio 2018 per valutare il grado di soddisfazione, di fidelizzazione, ed il posizionamento rispetto agli altri mandati e marchi con cui gli intermediari indipendenti (agenti, broker e subagenti) collaborano. Il benchmark di mercato è tratto dall’indagine periodica di Innovation Team “il cambiamento dell’intermediazione ed il punto di vista degli agenti” realizzata tramite 2.000 interviste per monitorare lo stato d’evoluzione del contesto distributivo, le forme di intermediazione e il posizionamento competitivo rispetto ai marchi principali

Related posts

Top