MIGLIORANO I CONTI DI MILANO ASSICURAZIONI

La sede della Milano Assicurazioni IMC

Si è riunito ieri il Consiglio di Amministrazione della Milano Assicurazioni S.p.A. (nella foto, la sede), approvando i conti consolidati al terzo trimestre 2012. Il Gruppo Milano Assicurazioni chiude il periodo in esame con un risultato negativo di 11,5 milioni di Euro a fronte di una perdita di 145,1 milioni registrata al 30 settembre 2011.

I rami Danni registrano ai nove mesi una perdita prima delle imposte di 22,5 milioni di Euro contro un risultato negativo di 198,5 milioni del settembre 2011. Nel dettaglio, i rami Auto raccolgono 1.428 milioni di Euro (-8,6%). Il terzo trimestre non porta grosse novità rispetto a quanto fatto emergere in semestrale quindi, la RCA, ai nove mesi, mostra ancora un calo dell’8,1% scontando, il processo di revisione delle politiche tecnico-commerciali e in modo incisivo la politica di risanamento del portafoglio applicata al fine di recuperare la redditività. La gestione corrente conferma che le azioni intraprese stanno dando i segnali auspicati. Il calo del denunciato rimane nell’intorno del 20%, la frequenza è in significativa diminuzione e il costo medio dei sinistri pagati è sostanzialmente stabile per effetto di una minore incidenza dei danni fisici.

La debolezza della domanda, il difficile contesto economico e l’andamento marcatamente negativo delle immatricolazioni (oltre il 20%) continuano ad incidere sulla raccolta del ramo CVT, che denota un calo del 12,6% anno su anno, ma il ramo fa registrare un andamento tecnico positivo e in miglioramento rispetto al settembre 2011 grazie all’effetto delle iniziative intraprese circa le tariffe, le modalità di vendita e i limiti assuntivi. Un segnale è dato dal calo significativo (-22,4% anno su anno) dei sinistri denunciati.

Negli Altri Rami Danni i premi ammontano a 570,1 milioni di Euro. Il volume di affari in calo del 5,6% risente delle politiche orientate al ridimensionamento del portafoglio corporate, ma anche della contrazione della raccolta sul settore retail. Il recente terremoto in Emilia Romagna ha pesato sul ramo Incendio, ma gli effetti risultano attenuati dalla riassicurazione.

Il settore Vita fa emergere un risultato prima delle imposte positivo per 32,1 milioni di Euro rispetto ai 29,7 del corrispondente periodo dell’esercizio precedente. Nel terzo trimestre la raccolta complessiva ha raggiunto quota 256,3 milioni di Euro, facendo registrare una contrazione inferiore all’1% rispetto al settembre del 2011. La nuova produzione in termini di premi annui equivalenti (Annual Premium Equivalent, APE), ammonta a 24,2 milioni di Euro, invariata anno su anno.

Per quanto riguarda la prosecuzione dell’esercizio 2012, il Gruppo comunica che “gli sforzi del management saranno mirati a consolidare le già avviate attività inerenti il progetto di integrazione in vista del perfezionamento delle operazioni di fusione tra le società Premafin, Fondiaria-SAI, Milano Assicurazioni ed Unipol Assicurazioni, quale passaggio rilevante per la razionalizzazione e la semplificazione del Gruppo al fine di cogliere pienamente le sinergie individuate“.

Intermedia Channel

Related posts

Top