MILANO ASSICURAZIONI RIDUCE LE PERDITE NEL 2012

La sede della Milano Assicurazioni IMC

Il Consiglio di Amministrazione di Milano Assicurazioni (nella foto, la sede) ha approvato il bilancio consolidato ed il progetto di bilancio individuale per l’esercizio 2012.

Bilancio Consolidato

Al 31 dicembre 2012 i premi del lavoro diretto e indiretto ammontano complessivamente a 3.111,7 milioni di Euro (-7,8% rispetto a quanto fatto registrare nel 2011). Il settore Vita ha raccolto 378,6 milioni di Euro (-4,6%), mentre i rami Danni hanno totalizzato 2.733,1 milioni (-8,3%).

Oltre ad una precisa politica di pulizia del portafoglio per il recupero di redditività sui rami Danni e più nello specifico nel comparto Auto – si legge nel comunicato della compagnia – sul risultato hanno influito da una parte il perdurare della crisi economica che ha comportato, tra l’altro, la contrazione di circa il 20% delle immatricolazioni e dall’altra, le straordinarietà che hanno caratterizzato la gestione nell’esercizio 2012, defocalizzandola dal business assicurativo“.

Il settore Danni chiude con una perdita prima delle imposte di 226,3 milioni, comunque in miglioramento rispetto al rosso di 586,8 milioni del 2011; il risultato ha risentito “del rafforzamento delle riserve sinistri di esercizi precedenti“, in particolare nel ramo RcAuto e RCG, pari a € mil. 460. Positiva la gestione tecnica corrente che continua ad evidenziare un calo dei sinistri denunciati complessivi che, a fine 2012, risulta del 15,9%. Il Combined Ratio del lavoro diretto è risultato essere pari a 107,1% (112,8% nel 2011), di cui 82,3% di loss ratio penalizzato dalla riservazione effettuata su sinistri di esercizi precedenti pari a 16,6 punti percentuali.

Il settore Vita fa emergere un risultato prima delle imposte positivo per 13,3 milioni di Euro (18,9 milioni l’utile di fine 2011). La nuova produzione in termini di premi annui equivalenti (APE) ammonta a 40,3 milioni, segnalando una leggera crescita rispetto lo scorso esercizio.

Il bilancio consolidato 2012 di Milano ha quindi chiuso con una perdita netta di Gruppo pari a 216 milioni di Euro contro una perdita di 487,5 milioni registrata nell’esercizio 2011.

Evoluzione prevedibile della gestione

Il nuovo management, prosegue il comunicato, sarà impegnato nei prossimi mesi “a consolidare le già avviate attività inerenti il progetto di integrazione con il Gruppo Unipol, nel rispetto delle condizioni comunicate al mercato. Proseguiranno pertanto i processi di razionalizzazione e semplificazione del Gruppo al fine di cogliere pienamente le sinergie individuate e di consentire la creazione di valore derivante dall’allineamento della produttività e dall’ottimizzazione della gestione finanziaria“.

Intermedia Channel

Related posts

Top