MONDINI (CONTE.IT): «ECCO PERCHE’ ABBIAMO SIGLATO L’ACCORDO CON IL COMUNE DI NAPOLI»

Milena Mondini primo piano Imc

Parla il direttore generale della compagnia, l’unica in Italia, che ha accettato di combattere la guerra contro il caro tariffe Rc auto e le frodi. In una città “difficile” sotto questo punto di vista come Napoli.

ConTe.it, nuovo brand della società Eui Limited, appartenente al gruppo Admiral (terzo operatore in Gran Bretagna nel settore delle assicurazioni dirette), è la compagnia diretta che ha siglato una convenzione con il Comune di Napoli per offrire polizze Rc auto scontate del 20% rispetto alla media dei prezzi base. Destinatari sono tutti quei cittadini che rispondono a determinati requisiti, tra i quali l’essere in regola con il pagamento delle tasse comunali.

L’unica compagnia ad aver accettato la proposta del Comune guidato da Luigi de Magistris. Insomma una vera e propria sfida, unica nel panorama assicurativo italiano. Che cosa ha spinto la compagnia ad accettare questa scommessa? Che cosa si attende da questa iniziativa? Quali sono gli obiettivi? Intermedia Channel ne ha parlato con Milena Mondini De Focatiis (nella foto), direttore generale di ConTe.it.

Domanda. La compagnia è assurta agli onori delle cronache per aver firmato un accordo con il Comune di Napoli nell’ambito della battaglia al caro prezzi Rc auto e alle frodi. Che cosa vi aspettate da questa intesa?

Risposta. Il progetto Napoli Virtuosa rispecchia la filosofia di ConTe.it di vicinanza a tutta la nostra potenziale clientela. Questo test vuole scardinare i luoghi comuni e permettere di dare finalmente voce e riconoscimento a tutti quei napoletani (e sono tanti) di cui si finisce sempre per parlare poco, i napoletani virtuosi appunto.

D. Il Comune di Napoli ha sentito parecchie compagnie. Perché ConTe.it ha accettato questa sfida? La prima e unica in Italia?

R. ConTe.it fa parte del gruppo britannico Admiral che è sempre stato attento alle singole esigenze locali. In questo spirito, anche ConTe.it sta cercando di fare del suo meglio. Inoltre essendo io napoletana sono anche particolarmente sensibile alle problematiche della mia città e quindi, quella del Comune di Napoli, mi sembrava una buona palla da cogliere al balzo.

D. La profilazione fatta dal Comune di Napoli rappresenta una garanzia di virtuosità?

R. Ci auguriamo di sì. Ad ogni modo sarà il tempo a dircelo.

D. Quali sono i punti di forza della polizza Rc auto proposta agli assicurati? È solo una questione di prezzo, oppure effettivamente il prodotto si distingue da quelli attualmente in commercio?

R. Il prodotto è stato studiato apposta da un team dedicato per il Comune di Napoli. Attualmente non vendiamo altrove lo stesso prodotto.

D. Sono previste franchigie o clausole particolari, oppure la polizza che proponete è in linea da questo punto di vista con quelle delle altre compagnie dirette?

R. Il prodotto si differenzia dal mercato non tanto per l’installazione del dispositivo telematico (la scatola nera, per intenderci) quanto per il fatto che si tratta realmente di un patto con il cittadino. Vogliamo dimostrare al cittadino napoletano virtuoso che la compagnia è al suo servizio e che basta una telefonata per gestire tutta la sua polizza dall’acquisto all’eventuale sinistro. Per questo il prodotto prevede che il cliente virtuoso si impegni a procedere alla formulazione del preventivo in modo autonomo e con la nostra assistenza, a recarsi presso una nostra officina convenzionata in caso di sinistro e a rivolgersi direttamente a noi senza ausili di altre figure professionali dall’apertura alla chiusura del sinistro, fermi naturalmente tutti i suoi diritti sanciti dalle norme vigenti.

D. Quanti assicurati contate di raggiungere nell’ambito di questa iniziativa del Comune di Napoli? E in termini di raccolta premi?

R. Non abbiamo obiettivi numerici per il momento. L’obiettivo è di provare a offrire un prodotto nuovo e speriamo di soddisfare il maggior numero di virtuosi.

D. È vero che la compagnia proprio per assistere al meglio la clientela napoletana sta potenziando gli uffici a Roma e a Napoli?

R. I nostri uffici sono a Roma. È a ogni modo compito e dovere della nostra compagnia assistere al meglio ogni tipo di clientela. Adeguiamo continuamente i nostri uffici ai volumi di vendita proprio per questo motivo.

D. Qualora qualche altro Comune lanciasse analoga iniziativa, ConTe.it non avrebbe alcun problema a siglare un’altra intesa?

R. Per il momento intendiamo concentrarci con tutte le nostre forze su quest’accordo con il Comune di Napoli. Successivamente valuteremo la possibilità di estendere tale iniziativa anche ad altre aree geografiche. È ovvio che ci farebbe piacere.

D. Gli agenti assicurativi napoletani non hanno visto di buon occhio il fatto che di mezzo ci fosse una compagnia diretta. Forse si attendevano una maggiore disponibilità da parte delle proprie mandanti. ConTe.it cosa si sente di dire agli intermediari locali?

R. Noi abbiamo fatto il primo passo concreto per cercare di risolvere un problema serio della collettività napoletana su sollecitazione del Comune di Napoli. Ci auguriamo che il mercato assicurativo napoletano si evolva rapidamente in maniera positiva per tutti gli attori in gioco.

D. Per concludere: quali sono i prossimi obiettivi della compagnia in Italia?

R. Gli obiettivi della compagnia in Italia, come già dice il nome stesso ConTe.it,  sono di trovare continuamente prodotti e soluzioni innovative per soddisfare sempre di più i nostri clienti a cui vogliamo essere il più possibile vicini.

Fabio Sgroi – Direttore Intermedia Channel

Authors

Related posts

2 Comments

  1. Carmine said:

    Mi auguro che non sia una ulteriore bufala. Lei, se è napoletana, sa le difficoltà che si stanno affrontando nella nostra città. Se tutti i dirigenti e gli imprenditori del settore e non solo il vostro avessero a cuore la nostra Napoli ne sarebbero felici di poter riavere il loro aiuto e solidarietà.So che non sono le mie parole che debbono convincerla,ma io, anche se non voto e mai lo farò per gli attuali amministratori mi sento di poter dire con il cuore che già il nome dell’assicurazione non è chiaro se si chiama “Con te”,che a me pare sia stata una sigla della lista di De Magistris.

  2. Maurilio Traetto said:

    Mi sembra che ci sia ….molto fumo e poco arrosto. Non vorrei che aumentassimo la già confusione delle dismissioni di portafoglio.
    L’Organo di vigilanza dovrebbe vigilare su queste iniziative che, a mio avviso, hanno il sapore di una …fanfara !!
    Senza gli intermediari non si può gestire il settore RC auto !!!!!
    Il Presidente di SNIASS
    MT

Comments are closed.

Top