Munich Re, Insurance Outlook 2017: prevista una maggiore crescita globale per il 2018 del settore assicurativo

previsioni-economia-euro-imc

previsioni-economia-euro-imc

Secondo le indicazioni contenute nell’annuale Insurance Market Outlook di Munich Re, l’industria assicurativa globale dovrebbe registrare un lieve aumento dei tassi di crescita nel 2018. Le migliori prospettive economiche negli Stati Uniti ed in molti mercati emergenti compenseranno i fattori negativi come la prevedibile flessione della crescita nel mercato cinese. Nel lungo termine, i mercati emergenti asiatici saranno quelli con il maggior potenziale di crescita: nel corso dei prossimi anni, il loro peso complessivo dovrebbe arrivare quasi al livello dei mercati dell’Europa occidentale.

Il mercato assicurativo globale, scrivono gli analisti del colosso riassicurativo tedesco, dovrebbe crescere mediamente del 4,5% (crescita nominale; +3% in termini reali, ovvero rettificata per l’inflazione) nel 2017 e nel 2018. L’incremento in volumi in termini reali dovrebbe tuttavia essere leggermente superiore nel 2018 (3,1%, contro il 2,9% del 2017), con una evoluzione in linea con l’economia globale. Le previsioni di crescita per i premi globali saranno quindi più elevate rispetto a quelle del 2016 e dovrebbero superare significativamente il tasso di incremento medio degli ultimi dieci anni (attorno al 2%).

Munich Re - Crescita globale industria assicurativa 2017/2018

“Le economie di molti mercati emergenti (come il Brasile ma anche la Russia), stanno registrando una ripresa significativa – ha affermato Michael Menhart, capo economista di Munich Re –. Questo contesto ha portato ad un aumento dei tassi di crescita nei rami Danni. Nella maggior parte del mondo industrializzato (zona Euro, Stati Uniti e Giappone), la domanda è stata sostenuta da un solido contesto economico. Riteniamo che in queste regioni il segmento Vita segnerà un rialzo marginale dei volumi a causa del perdurante contesto di bassi tassi di interesse. La domanda di soluzioni Vita proseguirà invece ad aumentare notevolmente nei mercati emergenti. Le prospettive di crescita su scala globale saranno pertanto maggiormente positive per l’intera industria assicurativa”.

Per quanto riguarda le previsioni dei principali comparti, il volume complessivo dei premi Danni salirà in media del 4% in termini nominali (quasi il 2,5% in termini reali) sia nel 2017 che nel 2018. La crescita reale attesa sarà quindi mezzo punto percentuale inferiore alla crescita economica globale. I tassi più elevati di incremento saranno registrati dai mercati emergenti dell’Asia e della regione MENA (Medio Oriente e Africa settentrionale). I volumi dei mercati più avanzati mostreranno invece un tasso di espansione meno favorevole.

Secondo gli analisti di Munich Re, ci sono diverse motivazioni alla base del ritmo inferiore di crescita per i volumi dei rami Danni. L’industria assicurativa sta infatti iniziando a contrastare la crecente tensione tariffaria in alcuni mercati avanzati. Le aziende hanno sviluppato costantemente i loro modelli operativi: nuovi prodotti, canali di vendita e concetti di copertura sono stati introdotti ed implementati per fronteggiare i nuovi rischi (come quelli derivanti dai cyber-attacchi), così come si è assistito alla modernizzazione dei sistemi IT. Di conseguenza, in questi mercati si stanno aprendo gradualmente nuove opportunità di business.

Munich Re - Crescita regionale rami Danni - 2017/2025

Nel comparto Vita, la crescita dei volumi – guidata dai mercati ad alto potenziale di Asia ed America Latina – dovrebbe aumentare mediamente di oltre il 4,5% (3% in termini reali), leggermente al di sopra della crescita economica globale. Nei mercati emergenti asiatici, la crescita dovrebbe superare significativamente il 10% in termini reali, nonostante non si preveda un nuovo picco per i volumi del mercato cinese (dove è atteso un indebolimento della crescita). La raccolta Vita in America Latina dovrebbe crescere a tassi vicini all’8,5% in termini nominali (oltre il 6,5% in termini reali) sia quest’anno che nel 2018.

Le prospettive del comparto Vita nei paesi industrializzati continuano invece ad essere alterate dal persistente scenario di bassi tassi di interesse. La crescita dei volumi sarà quindi probabilmente inferiore a quelli che saranno registrati dalle diverse economie.

Muniche Re - Crescita regionale rami Vita - 2017/2025

Gli economisti di Munich Re hanno anche aggiornato le prospettive di crescita a lungo termine per l’industria assicurativa globale. Considerando i loro tassi di sviluppo, i mercati emergenti stanno assumendo sempre maggiore peso e la loro quota del mercato dovrebbe aumentare dal 20% del 2016 al 47% entro il 2025.

Il maggiore livello di benessere generale e l’aumento delle esigenze di copertura assicurativa, evidenziano gli analisti, saranno i due fattori principali alla base di questa significativa crescita sono due fattori principali. Nello stesso tempo, l’aumento dei tassi di interesse e le tendenze demografiche potrebbero rilanciare anche il segmento Vita nei paesi industrializzati.

Gli economisti del gruppo riassicurativo tedesco prevedono quindi che entro il 2025 la quota di mercato complessiva dei mercati emergenti asiatici arriverà al 21,4%, avvicinandosi a quella dell’Europa occidentale (24,5%). Il Nord America rimarrà saldamente in testa con il 27,8% dei premi totali.

Munich Re - Distribuzione regionale premi assicurativi - 2016 e 2025 (stime)Distribuzione regionale dei premi assicurativi al 2016 ed al 2025 (stime)

Intermedia Channel


Munich Re – Insurance Market Outlook 2017/2018 (in inglese)


Fonte delle immagini all’interno dell’articolo: Munich Re, Insurance Market Outlook 2017/2018

Related posts

Top