Namu, la startup insurtech che “promette” di rivoluzionare il CRM

Namu

NamuÈ nata ufficialmente solo nello scorso mese di luglio, ma sembra avere idee molto chiare Namu, startup ideata da Alberto Baccari (business strategist per Corporate e PMI, mentor startup, CEO di Endurance Group e fondatore del portale per patenti nautiche online ilCapitano.farm) e finanziata dalla holding Call2Net (realtà specializzata in attività di contact center e customer experience), che si occupa di innovazione e tecnologia e si pone fra i molti obiettivi quello di creare il CRM più intelligente al mondo.

L’intenzione di Namu è infatti quella di dare vita ad un software di Customer Relationship Management (ovvero un sistema per la gestione del cliente) “che aiuti non solo a gestire al meglio i propri clienti, incrementandone il valore, ma che permetta di trovarne di nuovi. L’intelligenza artificiale al servizio dell’utente, che permetta di avere un rapporto conversazionale interattivo e proattivo con il sistema, attraverso suggerimenti e promemoria automatizzati”.

Il CRM – spiegano dalla startup – rappresenta uno strumento indispensabile per monitorare e far crescere il proprio business. Grazie all’intelligenza artificiale e alle dinamiche dell’intelligenza collettiva oltre alle best practice di un team esperto formato da professionisti proveniente da diversi settori con esperienze internazionali, Namu vuole quindi “rivoluzionare il modo di fare sales & marketing facilitando il business di PMI e Corporate” e per farlo si affida all’intelligenza artificiale e assistenti virtuali.

“La maggior parte dei CRM in commercio sono di complesso utilizzo e per quanto tutti siano più o meno avanzati, mostrano, come dichiarato da molti imprenditori in diverse interviste, dei limiti – afferma Baccari –. Così abbiamo deciso di creare un CRM, che funzioni con un solo tasto grazie ad un’assistente virtuale intelligente che possa alleggerire e facilitare il lavoro. Vi ricordate la rivoluzione apportata dalla Apple con l’iPhone?”.

Durante i primi sei mesi di incubazione in Endurance Group (società specializzata in creazione e avviamento di startup e modelli di business digitali), la startup ha raggiunto una valutazione superiore al milione di Euro in fase early stage (prima della costituzione), avviato progetti insurtech con realtà come Groupama Assicurazioni (riguardanti il progetto pilota per la trasformazione digitale delle agenzie) ed ha già raccolto un primo seed round di finanziamento di 400mila Euro dal partner industriale Call2Net. Nel corso delle ultime settimane, inoltre, Namu è stata invitata all’Insurtech Garage – call promossa da Reale Group e Cisco in collaborazione con dpixel e Barcamper Ventures – ed è stata selezionata per un pitch ad un evento promosso dal CeTIF (e che radunerà attorno allo stesso tavolo dieci compagnie assicurative il prossimo 10 ottobre). Sabato scorso, infine, la startup è risultata tra i vincitori dell’AllianzNOW Hackathon di Allianz Italia.

“Da anni ci occupiamo di creare Valore per i nostri committenti, siano essi Enterprise o PMI, attraverso l’ingaggio e l’interazione con i loro clienti – aggiunge Alessandro Minetti, Chief of Innovation & Efficiency di Call2Net –. Siamo in un momento di significativa trasformazione del modo di farlo e vogliamo anticipare il cambiamento per continuare a soddisfare l’esigenza del mercato: Namu è la nostra risposta!”.

Intermedia Channel

 

Related posts

Top