Napoli: La Polstrada sequestra migliaia di polizze false e un arsenale in appartamento a Nola

Un uomo è stato arrestato dagli agenti

Polizia di Stato - Auto (3) ImcGli agenti della sezione di Polizia Stradale di Napoli, diretti dal primo dirigente Maurizio Casamassima, hanno effettuato il sequestro di migliaia di polizze auto rca, di armi e munizioni. Il blitz degli agenti è scattato in queste ore in un appartamento di Nola in Via Saviano. Nel corso di un’accurata perquisizione il ritrovamento: migliaia e miglia di polizze fasulle e poi la sorpresa: diverse pistole semi automatiche, coltelli, munizioni di vario calibro e un fucile da caccia. Sul posto rinvenuto anche denaro contante. Al sequestro è susseguito anche un arresto.

I FATTI – Gli agenti coordinati dall’ispettore superiore Sabatino Arvonio, hanno arrestato in flagranza di reato P. I., 47 enne del Nolano, per detenzione abusiva di armi e munizioni e produzione di polizze assicurative RCA e contrassegni di revisione autoveicoli falsi. L’operazione è scaturita a seguito dell’intensificazione dei controlli su strada per contrastare il fenomeno della mancata copertura assicurativa Rca o del possesso di polizze false da parte di conducenti d’auto nella zona del Nolano.

LE INDAGINI – Infatti gli uomini della Polizia Stradale dopo giorni di indagini, sono riusciti a individuare la tipografia clandestina nella quale venivano realizzate le polizze. Nel pomeriggio odierno effettuando una irruzione in un monolocale sito all’interno di un cortile di Via Saviano 255 in Nola, gli agenti operanti sorprendevano P. I. mentre era intento a stampare delle polizze assicurative false. Questi alla vista della polizia tentava la fuga ma veniva prontamente bloccato. Durante la perquisizione del terraneo in questione venivano rinvenute, oltre a svariati pc , stampanti, dischi rigidi e centinaia polizze assicurative e tagliandi per la revisione false, anche 3 pistole beretta calibro 9×21 e du di provenienza Ceca, un fucile e numerose cartucce tutto illegalmente detenuto. Già segnalato per reati contro la persona, il nolano veniva tratto in arresto ed il materiale, le armi ed il locale venivano posti sotto sequestro a disposizione dell’autorità giudiziaria. Sono in corso ulteriori indagini finalizzate a verificare se detta stamperia è inserita in un circuito piu ampio sotto il controllo della criminalità organizzata dell’area metropolitana a nord di Napoli e soprattutto a verificare committenti e beneficiari della frode appurandone legami e cointeressenze.

Fonte: Corriere del Mezzogiorno Napoli (Articolo originale)

Related posts

Top