NASCE IL MANIFESTO DEGLI ASSICURATORI PER BERSANI

Agente assicurativo (2) Imc

L’introduzione del reato per omicidio stradale, il riavvio delle liberalizzazioni per una nuova legge sulla RCAuto, la riorganizzazione delle authorities, la riduzione della burocrazia e, su tutto, un nuovo modello di Welfare e una nuova cultura della legalità e dell’etica sociale.

Sono i punti del manifestoAssicuratoriXBersani”, sottoscritto a titolo personale da numerosi lavoratori del settore assicurativo, che a oggi coinvolge oltre 500mila addetti ai lavori con un’incidenza sempre più importante sul Pil nazionale.

I sottoscrittori del documento pro-Bersani, alla luce dell’importante dibattito sviluppatosi nel centrosinistra in occasione delle primarie, avanzano una serie di proposte che riguardano innanzitutto un nuovo modello di Welfare attento ai più deboli, che possa prevedere attraverso la leva della fiscalità soluzioni integrate pubblico-privato con l’intervento delle assicurazioni private in ambito previdenziale, sanitario e delle calamità naturali. Allo scopo di favorire lo sviluppo di nuove e specifiche figure professionali di private welfare advisor, anche in termini di nuova occupazione, si propone la previsione di appositi sistemi di defiscalizzazione e decontribuzione a loro carico.

In una nuova cultura della legalità e dell’etica sociale che favorisca il senso civico dei cittadini e ricostruisca la fiducia nelle Istituzioni, gli assicuratori chiedono l’introduzione del reato per omicidio stradale. E poi una nuova e più organica Legge sulla Rcauto, incentrata tanto sugli “stili di guida del conducente” quanto sulla rivisitazione dei parametri tecnici ed oggettivi sui quali si costruiscono i meccanismi evolutivi delle tariffe, che possa aumentare la concorrenzialità tra imprese e canali distributivi, favorisca un più largo ricorso a strumenti assicurativi per le coperture alla persona, alle cose e agli enti, favorisca la conciliazione facoltativa come negozio giuridico e contrattuale tra le Parti.

Ancora: riorganizzazione delle Autorities che, in armonizzazione con i più efficienti modelli europei, possano essere ridefinite per finalità affinché i soggetti vigilati possano rispettare gli obblighi previsti nella semplificazione degli interlocutori, delle relative procedure ed adempimenti, con la massimizzazione dei costi e la minimizzazione degli oneri; altresì tale riorganizzazione dovrebbe svolgere un attento controllo preventivo della solvibilità delle imprese vigilate a tutela della collettività intera. Infine, la riduzione della burocrazia, l’introduzione di uno Statuto del Lavoro Autonomo e dell’Impresa, e la salvaguardia dei livelli occupazionali.

Consulta e scarica il manifesto degli “AssicuratoriXBersani”

Intermedia Channel

Related posts

Top