Nasce il Tavolo permanente sull’educazione finanziaria per l’inclusione e l’innovazione sociale

Educazione finanziaria (5) Imc

Educazione finanziaria (5) Imc

Promosso da FEduF (Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio), UBI Banca e Fondazione Triulza nell’ambito delle attività della Social Innovation Academy di MIND – Milan Innovation District, il progetto intende mettere a disposizione degli educatori e operatori del terzo settore percorsi formativi e strumenti didattici sviluppati insieme a tredici Associazioni di consumatori partner nell’ambito del programma triennale avviato con FEduF per favorire l’inclusione finanziaria delle persone in difficoltà economica. Il Tavolo si propone inoltre di diffondere competenze di base sulla gestione del bilancio familiare e sulla pianificazione, in un’ottica di sostenibilità

L’esclusione finanziaria è una condizione penalizzante perché ostacola l’esercizio dei diritti di cittadinanza e per questa ragione l’educazione finanziaria può diventare uno strumento di inclusione sociale. Nasce da questa premessa il Tavolo permanente sull’educazione finanziaria per l’inclusione e l’innovazione sociale promosso da UBI Comunità, FEduF (Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio) e Fondazione Triulza nell’ambito delle attività della Social Innovation Academy di MIND.

Nel corso dell’ultimo decennio, a causa della crisi economica, le condizioni materiali di una parte significativa della popolazione sono peggiorate: nel 2005 si trovava in povertà assoluta il 3,3% dei residenti in Italia mentre nel 2017 questa percentuale è più che raddoppiata e ha raggiunto l’8,4%.

Non è solo la povertà assoluta ad essere aumentata, ma anche quella relativa: l’ultima rilevazione attesta che oltre 3 milioni di famiglie e 9 milioni di persone si trovano oggi in questa condizione.

In questa cornice – si legge in una nota – si trova ad operare il Tavolo permanente sull’educazione finanziaria per l’inclusione e l’innovazione sociale, che come prima azione concreta prevede l’organizzazione di una serie di incontri dedicati alla formazione di operatori del terzo settore nella zona di Rho, Pero e nell’ottavo municipio di Milano, replicabili in altri territori.

“La cooperazione tra differenti sensibilità e differenti istituzioni, testimoniata in modo concreto dal Tavolo permanente sull’Educazione finanziaria è fondamentale per perseguire l’obiettivo di uno sviluppo sostenibile – ha dichiarato Giovanna Boggio Robutti, direttore generale di FEduF –. L’educazione a stili di consumo e di spesa razionali sia dal punto di vista della sostenibilità economica che ambientale è un passo avanti verso l’inclusione sociale e il rafforzamento delle difese immunitarie delle fasce più fragili della società”.

“Con questo progetto – ha sottolineato Massimo Minelli, presidente di Fondazione Triulza – abbiamo l’opportunità di sperimentare nella Social Innovation Academy di MIND proposte formative e progettuali nuove sul tema dell’educazione finanziaria come leva per l’inclusione e l’innovazione sociale, fornendo un’opportunità di crescita anche alle realtà del terzo settore del territorio che lavorano con persone in difficoltà economica ma anche con le nuove generazioni”.

“Il modello collaborativo che caratterizza questa iniziativa e in particolare la costituzione del Tavolo permanente – ha affermato Vincenzo Algeri, responsabile UBI Comunità di UBI Bancaè un esempio di partnership al servizio delle nuove generazioni, per contribuire fattivamente alla sostenibilità sociale, ambientale ed economica del loro futuro”.

L’iniziativa nasce da un progetto triennale avviato tre anni fa da FEduF con le associazioni dei consumatori che, su richiesta di alcuni soggetti del terzo settore, hanno dato vita a un programma dedicato alle persone in condizione di fragilità. La risposta – prosegue la nota – è stata la realizzazione del portale www.curaituoisoldi.it, “un sito divulgativo nel quale sono disponibili strumenti informativi semplici per orientarsi nella gestione del denaro e una intera sezione dedicata alle situazioni di difficoltà, denominata SOS, proprio a evocare un’ancora a cui appigliarsi”.

La piattaforma è completata dal TGUtile, una serie di dodici video pillole, della durata di circa due minuti ciascuna, “di consigli su temi rilevanti per chi è in difficoltà nella gestione del budget familiare”.

Intermedia Channel

Related posts

*

Top