Istituita la “Cattedra ITAS di diritto assicurativo”

Giuseppe Nesi - Ermanno Grassi - Paolo Collini - Giuseppe Consoli (Foto Roberto Bernardinatti) Imc

La mutua assicuratrice a supporto della Facoltà di Giursprudenza dell’Università di Trento

É stata ufficializzata lo scorso 16 settembre, presso il Rettorato dell’Università di Trento, la cattedra di Diritto delle assicurazioni e degli intermediari assicurativi e finanziari, frutto della collaborazione fra il Gruppo ITAS e la Facoltà di Giurisprudenza dell’Ateneo trentino, che partirà con il nuovo anno accademico. Oltre alla nuova “Cattedra ITAS”, la partnership prevede anche la promozione di attività di ricerca, borse di studio e tirocini volti a favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro.

L’accordo tra il Gruppo ITAS e l’Università di Trento – si legge in una nota – “nasce dall’interesse comune di promuovere iniziative di valorizzazione delle persone e di acquisizione di nuove professionalità nel campo dell’industria delle assicurazioni”. La convenzione prevede un contributo annuale da parte di ITAS di circa 51.000 euro per 15 anni, per un totale di oltre 760.000 euro. “La firma del protocollo d’intesa vuole essere una risposta ai cambiamenti del contesto economico e sociale e del mercato assicurativo in generale degli ultimi anni. Con il nuovo insegnamento, gli studenti del corso di Laurea magistrale in Giurisprudenza potranno approfondire le tematiche legate al mondo assicurativo e in questo modo garantirsi una preparazione professionale adeguata per diventare operatori esperti del settore”, ha sottolineato Ermanno Grassi, direttore generale di ITAS.

Molta soddisfazione è stata espressa anche da Giuseppe Consoli, vice presidente vicario della compagnia: “Da molti anni faccio parte di ITAS e ne conosco l’impegno nei confronti della comunità e del territorio. Una relazione speciale, solida, fatta di presenza concreta sempre al fianco delle persone che nella nostra Regione, e non solo, vivono, lavorano, studiano. La nuova cattedra di diritto delle assicurazioni conferma lo spirito mutualistico di ITAS e la sua capacità di essere impresa di comunità in un contesto sociale ed economico complesso ed in continua evoluzione”.

L’insegnamento del Diritto delle assicurazioni verrà esteso anche ai master già avviati o in fase di progettazione. La Facoltà di Giurisprudenza (guidata da Giuseppe Nesi, direttore di dipartimento) promuoverà, in stretta collaborazione con ITAS, anche una serie di seminari, convegni e percorsi formativi specifici che affronteranno temi inerenti i prodotti assicurativi, finanziari, previdenziali e mutualistici.

Prosegue dunque positivamente – prosegue la nota – la collaborazione tra il Gruppo ITAS e l’Università di Trento iniziata già qualche anno fa con l’assegnazione di borse di studio, finanziate dalla compagnia assicurativa, “per permettere ai giovani laureandi di trascorrere periodi di studio all’estero e con premi per le tesi che si distinguono per originalità scientifica”. Inoltre, “per favorire il dialogo università-imprese del territorio”, sono già stati attivati percorsi di stage presso le società del Gruppo ITAS: nel 2015 sono stati accolti in Casa ITAS complessivamente 12 tirocinanti e, di questi, tre hanno ottenuto un contratto di lavoro a conclusione del periodo di stage.

La collaborazione tra l’Università e il Gruppo ITAS non si esaurisce qui. La Facoltà di Giurisprudenza promuoverà, infatti, un filone di ricerca di base e applicata nel comparto assicurativo-finanziario e mutualistico. “Grazie a questa stretta collaborazione con la Compagnia assicurativa più antica d’Italia, siamo in grado di dare concretezza al nostro intento di costruire ponti tra il mondo della formazione e della ricerca e il tessuto produttivo locale.”, ha concluso Paolo Collini, Rettore dell’Università di Trento.

Intermedia Channel


Nella foto in apertura di articolo, di Roberto Bernardinatti, da sinistra verso destra: Giuseppe Nesi, Ermanno Grassi, Paolo Collini e Giuseppe Consoli

Related posts

Top