Nasce Pacta, nuova associazione “per la difesa ed il rilancio della professionalità peritale no-motor”

periti-loss-adjustment-imc

periti-loss-adjustment-imc

Accordo tra Gruppo Lercari, Cincotti & Company, AlfaCincotti e IES

Gruppo Lercari, Cincotti & Company, AlfaCincottiIES (società peritali e di servizio del mercato assicurativo) hanno costituito lo scorso 7 febbraio a Milano Pacta, nuova associazione che nasce con l’intento di essere “punto di riferimento per la difesa ed il rilancio della professionalità peritale del nostro Paese e per una rivalutazione dell’istituto della perizia contrattuale”.

“In un mondo in vorticoso cambiamento e nel quale nulla sarà mai più come prima – scrivono i costituenti in una nota – anche il comparto dei Servizi e, fra questi, quello assicurativo è in una fase fortemente evolutiva sia sotto il profilo dimensionale (fusioni, incorporazioni, integrazione ed evoluzione di strutture e di processi) che del contesto nel quale è chiamato ad erogare il proprio servizio di “fornitore di sicurezza”, così come percepito da un’utenza, sia privata che aziendale, sempre più esposta a globalizzazione, cambiamenti socio-politici, circolazione delle informazioni via social, rischi emergenti e/o estremizzazione di quelli esistenti ma anche attenta al livello di servizio erogato ed ai suoi costi”.

Cambiano gli uomini, evolvono le strutture ma anche i rischi da gestire. Questo ha indotto i principali gruppi assicurativi “a dotarsi (soprattutto per quanto riguarda i rischi Non Motor e aziendali) di strutture dedicate per rispondere alle esigenze di gestione del rischio retail e corporate su scala globale”.

In un simile contesto – proseguono i costituenti di Pacta – “anche il perito / loss adjuster (chiamato, giorno dopo giorno, a svolgere, in caso di sinistro, un ruolo fondamentale di intermediazione con l’utenza e la cui operatività ha un’immediata ricaduta sui risultati del processo industriale assicurativo) non può esimersi dal confrontarsi con le minacce e le opportunità insite in tale cambiamento, evolvendo verso modelli gestionali più avanzati, orientati al cliente e attenti ai costi”.

Un contesto in continua evoluzione, infatti, “se da un lato può aprire nuove opportunità, dall’altro rende sempre più difficile e competitiva la gestione dei rischi che solo strutture evolute ed adeguatamente dimensionate e organizzate sono in grado di gestire”. Servono quindi competenze manageriali “che vanno ben oltre la portata, pur fondamentale, dell’incarico assegnato”.

La pur determinante presenza territoriale ed appartenenza ad un network – conclude la nota – da soli non bastano: l’altra leva su cui agire (e che insieme alla precedente spiega, secondo i costituenti, il perché della nascita di Pacta) “è la capacità di aggregare e attivare i migliori profili professionali in relazione alla singola tipologia del caso da gestire senza mai rinunciare a quella componente fiduciaria sulla quale deve basarsi un corretto rapporto fornitore di servizi / compagnia assicurativa”.

Intermedia Channel

Related posts

*

Top