Nuova partnership tra Aviva Italia e RBM Assicurazione Salute

Agenti - Intermediari - Accordo - Collaborazione Imc

Agenti - Intermediari - Accordo - Collaborazione Imc

L’accordo sottoscritto prevede l’offerta di soluzioni salute “ad alto valore aggiunto” per i clienti e le loro famiglie

Aviva ed RBM Assicurazione Salute, hanno siglato un accordo di collaborazione allo scopo di potenziare l’offerta Salute della compagnia in Italia. L’obiettivo comune è quello “di offrire soluzioni per la salute ad alto valore aggiunto per i target di clienti individuati, collegate alle casse di assistenza sanitaria e caratterizzate dal servizio di assistenza fornito da Previmedical, network di strutture sanitarie e medici convenzionati”. In questo modo le due compagnie puntano a disegnare un’offerta “in grado di rispondere alle esigenze dei clienti in relazione al tema della salute”.

“Sono orgoglioso di questo nuovo accordo con RBM Assicurazione Salute che conferma ancora una volta la centralità del cliente nella nostra strategia – ha spiegato Ignacio Izquierdo, CEO di Aviva in Italia. In questo modo Aviva punta a rafforzare ulteriormente la sua presenza in Italia e consolidare la propria expertise in un segmento certamente vicino all’intera popolazione”.

“Questa partnership mira a rafforzare la nostra offerta per supportare i clienti sul tema della salute, che rappresenta un bisogno sempre più sentito, come emerge dai dati relativi alla crescente spesa sanitaria out-of-the-pocket degli italiani – ha commentato Alberto Vacca, Chief Business & Investment Officer di Aviva –. Allo stesso tempo, offre ad Aviva importanti opportunità di crescita in un segmento, quello della salute, che pur riportando risultati positivi già da diversi anni, ha sicuramente un grande potenziale ancora inespresso”.

“L’Italia nel panorama europeo si caratterizza, se escludiamo la Grecia ed il Portogallo, per il più alto livello di sottoassicurazione delle cure private – ha aggiunto Marco Vecchietti, CEO di RBM Assicurazione Salute –. A farne le spese sono i cittadini, soprattutto quelli che non essendo lavoratori dipendenti non dispongono delle tutele messe a disposizione dal welfare contrattuale. In questo contesto la bancassicurazione può rappresentare un canale strategico, insieme alle reti tradizionali e quelle digitali, per rendere accessibili a tutti i cittadini i vantaggi della sanità integrativa attraverso un fondo sanitario aperto in grado di garantire percorsi di cura personalizzati, strutture sanitarie di eccellenza e assenza delle liste di attesa”.

“Questa collaborazione viene da lontano e si apre oggi a nuove importanti prospettive. Aviva da molti anni si avvale in outsourcing dei servizi di Previnet, la società del nostro gruppo (RBHold, ndIMC) specializzata nell’outsourcing assicurativo – ha concluso Roberto Favaretto, presidente di RBM Assicurazione Salute –. La scelta di avvalersi ora anche delle competenze specialistiche di RBM Assicurazione Salute per garantire alla propria clientela una maggiore protezione nel campo della salute, rappresenta per noi una grande soddisfazione e nel contempo conferma che gli investimenti fatti in questi anni sono sempre più riconosciuti dal mercato”.

Intermedia Channel

Related posts

Top