Nuova produzione Vita collettive in aumento del 16,7% dopo i primi nove mesi del 2018

Raccolta premi Imc

Raccolta premi Imc

Nel terzo trimestre 2018 la nuova produzione Vita relativa a polizze collettive delle imprese italiane ed extra-U.E. è stata pari a 767 milioni di Euro, ammontare in crescita del 17,3% rispetto allo stesso trimestre del 2017. Nei primi nove mesi dell’anno, segnala l’Ufficio Studi ANIA nell’ultimo ANIA Trends / Nuova produzione Vita, il volume di nuovi affari ha registrato un incremento del 19,2% rispetto all’analogo periodo del 2017, a fronte di un volume di nuovi affari pari a 2,5 miliardi.

Considerando anche i nuovi premi Vita del campione delle imprese U.E., pari a 127 milioni e in aumento del 14,5% rispetto a quanto raccolto nel terzo trimestre 2017, i nuovi affari Vita complessivi sono stati pari a 894 milioni (+16,9% rispetto allo stesso periodo del 2017), mentre da inizio anno hanno raggiunto quota 2,8 miliardi, il 16,7% in più rispetto all’analogo periodo del 2017.

Relativamente alle sole imprese italiane ed extra-UE, in merito alla tipologia dei prodotti, nel III trimestre 2018 il 70% della nuova produzione relativa a contratti collettivi è costituito da polizze tradizionali (ramo I e V). Nel dettaglio, 288 milioni fanno riferimento al ramo I che registra una flessione del 9% rispetto all’analogo periodo del 2017; i restanti 249 milioni sono costituiti da polizze di capitalizzazione (ramo V) che registrano invece una raccolta più che raddoppiata (+134,5%). Da gennaio i premi delle nuove polizze di ramo I hanno raggiunto quota 1,1 miliardi, il 6,6% in più rispetto ai primi nove mesi dell’anno precedente, mentre le polizze di ramo V sono state pari a 734 milioni, in incremento del 60%.

La parte rimanente (30%) è costituita quasi unicamente da nuovi premi collegati alla gestione di fondi pensione, per un ammontare pari a 226 mln, l’1,2% in meno rispetto all’analogo trimestre del 2017, raggiungendo così da inizio anno un ammontare pari a 608 milioni, in aumento del 7,7% rispetto ai primi nove mesi del 2017.

Le polizze linked continuano a registrare anche nel III trimestre 2018 una scarsa commercializzazione, mentre le polizze malattia si attestano trimestralmente a poco più di 2 milioni, con un importo tuttavia pressoché raddoppiato rispetto allo stesso trimestre del 2017; da gennaio i nuovi premi di ramo IV hanno raggiunto un ammontare pari a 27 milioni, con un incremento annuo del 66,7%.

I nuovi premi delle forme di puro rischio sono stati pari a 86 milioni (l’11% della nuova produzione totale), ammontare in calo del 7,2% rispetto allo stesso trimestre del 2017, mentre da gennaio hanno raggiunto un importo di 378 milioni di Euro, il 6,2% in più rispetto al corrispondente periodo del 2017.

In merito ai canali distributivi, l’Ania ha osservato come nel terzo trimestre 2018 le agenzie in economia, che da sole rappresentano il 70% dell’intera raccolta (il 52% nel terzo trimestre 2017), abbiano registrato un importo in significativa crescita (+57,4%) rispetto all’analogo periodo del 2017, a differenza degli agenti, che hanno pressoché dimezzato il loro volume premi, con un peso che scende al 10% dell’intera nuova produzione Vita di polizze collettive. Da inizio anno le agenzie in economia hanno dunque raggiunto un ammontare premi pari a 1,4 miliardi di Euro, in aumento del 40,9% rispetto ai primi nove mesi dell’anno precedente, mentre gli agenti hanno osservato un calo del 32,1%, a fronte di un ammontare di 349 milioni.

Nel terzo trimestre 2018 gli sportelli bancari e postali hanno registrato un volume di nuovi affari in calo del 12,3% rispetto all’analogo trimestre del 2017 e una quota di mercato del 13% dell’intera nuova produzione; da inizio anno il canale ha raccolto un ammontare di 366 milioni, con una flessione del 6% rispetto all’analogo periodo del 2017.

Il volume di nuove polizze collettive intermediato dal canale altre forme (inclusi broker) ha rappresentato nel terzo trimestre 2018 il 6% della raccolta totale, a fronte di un ammontare ancora in crescita (+19,4%) rispetto al corrispondente trimestre del 2017; da gennaio il canale ha raggiunto un volume di nuovi affari pari a 316 milioni, raddoppiato rispetto ai primi nove mesi del 2017.

Il canale consulenti finanziari abilitati, infine, ha registrato un volume di nuovi affari da inizio anno pari a 47 milioni, importo pressoché raddoppiato rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente.

Intermedia Channel


ANIA – Statistica mensile sulla nuova produzione dei rami Vita – Settembre 2018

Related posts

*

Top