OT e Octo Telematics “rivoluzionano” il car sharing

OT Omoove Imc

OT Omoove ImcAl Mobile World Congress di Barcellona, in programma dal 27 febbraio al 2 marzo p.v., sarà presentato Easyopen, servizio di Omoove (società di Octo Telematics) – alimentato dal Secure IOT Cloud OT – che trasforma lo smartphone nelle chiavi dell’automobile

OT (Oberthur Technologies) – azienda operante nella fornitura di software e servizi integrati per la sicurezza – e Omoove, società di Octo Telematics (gruppo attivo nella fornitura di soluzioni tecnologiche per la mobilità condivisa), hanno annunciato la sigla di un’accordo di collaborazione “per trasformare la user experience e per una maggiore sicurezza nei servizi di car sharing”. Al Mobile World Congress di Barcellona, in programma dal 27 febbraio al 2 marzo p.v., le due aziende presenteranno Easyopen, servizio alimentato dal Secure IOT Cloud OT che trasforma lo smartphone nelle chiavi dell’automobile.

EasyOpen – si legge in una nota – “coniuga l’esperienza OT nei servizi per la sicurezza di smartphone e wearable con l’esperienza pluriennale di Omoove nelle piattaforme di car sharing e tecnologie di bordo. Fino a oggi, la maggioranza dei sistemi di car sharing si è basata sulla comunicazione diretta tra i componenti installati sui veicoli e la centrale operativa. Questi sistemi online creavano latenze per gli utenti, rendendo i veicoli potenzialmente esposti a usi illeciti. Per offrire un livello superiore di affidabilità e risolvere i problemi legati alle latenze, EasyOpen introduce l’uso di uno smartphone dotato di tecnologia NFC (Near Field Communication) in grado di gestire in modo rapido e sicuro l’accesso ai veicoli, permettendo agli utenti di interagirvi direttamente grazie a un dispositivo che già possiedono, anche se lo smartphone è fuori copertura o ha esaurito la batteria. Il servizio può essere inoltre esteso a ogni dispositivo indossabile dotato di eSE (embedded Secure Element) e che supporti l’NFC”.

Basandosi sul Secure IOT Cloud di OT – prosegue la nota – EasyOpen “garantisce l’autenticazione dello smartphone dell’utente e conserva in modo sicuro le chiavi digitali nell’eSE dal momento dell’iscrizione a quello dell’effettivo uso del servizio, permettendo una user experience estremamente semplice, intuitiva e rapida”. Dopo essersi registrati al servizio tramite l’omonima applicazione fornita da Omoove, gli utenti potranno usare il loro smartphone per trovare immediatamente i veicoli presenti nell’area, prenotando così quello desiderato. “Le chiavi digitali saranno inviate al dispositivo dell’utente in modo sicuro tramite il Secure IOT Cloud OT. Sarà sufficiente posizionare lo smartphone vicino al parabrezza per sbloccare la portiera. L’eSE di OT installato sull’NFC delle automobili garantirà una comunicazione sicura tra il dispositivo dell’utente e l’auto, permettendo anche la gestione da remoto dei diritti di accesso a livello della macchina. In caso di smarrimento o furto del dispositivo, la chiave digitale sarà disattivata da remoto per evitarne un utilizzo improprio”.

“OT è un fornitore strategico per l’industria automobilistica e dei dispositivi mobili – ha dichiarato Viken Gazarian, Deputy Managing Director of Connected Device Makers business di OT –. Questo ci permette di avere una posizione privilegiata per stabilire un collegamento sicuro e affidabile tra smartphone e automobile. Octo Telematics ha già confermato la sua capacità di implementare servizi automotive in scala nel settore delle assicurazioni basate sull’utilizzo (UBI) e siamo davvero lieti di collaborare con loro, che hanno l’ambizione di reinventare l’esperienza di car sharing”.

“Come pioniere e leader nella telematica assicurativa, Octo pone l’innovazione al centro della sua crescita. L’accordo tra Octo e OT ci permette di sfruttare l’esperienza reciproca nelle soluzioni automotive e nelle applicazioni IoT, settori nei quali entrambe le aziende stanno investendo, e di rispondere alle esigenze del mercato emergente della sharing mobility per i gestori di flotte o per gli operatori del car sharing – ha aggiunto Giuseppe Zuco, CEO di Omoove e co-founder di Octo Telematics –. Digitalizzare e proteggere le chiavi nei dispositivi dell’utente finale è il primo risultato dell’accordo, guidato da Omoove, concentrata sulle soluzioni di sharing mobility, e OT, riconosciuta esperta nel campo della sicurezza dei servizi digitali per smartphone e wearable, in aggiunta al settore automotive. Si tratta di un asset chiave per offrire ai clienti Omoove una soluzione pronta all’uso e completamente sicura, supportata da tecnologie all’avanguardia, per una user experience unica”.

Intermedia Channel

Related posts

Top