Palmi: Intermediari assicurativi e consumatori uniti per governare la crisi

Palmi - Villa comunale Giuseppe Mazzini Imc

Si è svolta a Palmi (RC), presso il G.H. Stella Maris, la tavola Rotonda organizzata dal Sindacato Nazionale Agenti Comitato Provinciale di Reggio Calabria, che ha visto intervenire allo stesso tavolo anche le associazioni dei consumatori.

Momento di confronto e di costruttivo scambio di esperienze, in cui gli agenti di assicurazione, rappresentanti di diverse Compagnie, e le associazioni Confesercenti, Codacons e Confcommercio, abilmente moderati dalla giornalista Anna Maria Reggio, hanno parlato dello stato di crisi che attanaglia l’Italia, ed in particolar modo il Sud, ormai da qualche anno.

Dopo il saluto di benvenuto, il Presidente della sezione Provinciale SNA reggina Giuseppe Franco, ha presentato l’iniziativa, spiegando nei motivi dell’incontro, la volontà di porsi accanto ai consumatori per meglio far conoscere il ruolo sociale degli intermediari d’assicurazioni.

Noi abbiamo coscienza di quanto i media influenzino i consumatori e nella piena consapevolezza che questo nostro tempo è caratterizzato dalla crisi economica globale che costituisce l’oggetto della informazione di massa e quindi siamo qui a ribadire il nostro desiderio d’offrire una maggiore comprensibilità alle proposte economico / assicurativo che sono offerte sul mercato ai consumatori. Delle nostre azioni abbiamo sempre reso edotti i mezzi d’informazione fiduciosi di un sostegno che non sempre ci ha accompagnato” ha affermato Franco.

La Vice Presidente Francesca Pizzi, a beneficio soprattutto dei non addetti ai lavori, ha delineato in breve, il percorso legislativo attraverso cui si è giunti alle recenti proposte contenute nel Decreto Crescita.

Un breve excursus dunque, che parte dall’adozione del Codice delle assicurazioni private,  proseguendo attraverso il Decreto Bersani e Bersani bis, che tra le novità introduce l’obbligo per l’intermediario di verificare l’“adeguatezza” dei contratti collocati.

Novità molto importante per mezzo della quale si obbliga l’Agente a cambiare veste divenendo quell’interlocutore consulente che deve essere in grado di valutare la coerenza della polizza offerta con le reali esigenze del cliente consumatore. Ed è per garantire la pratica di  tale indicazione, che il legislatore non puo’ esimersi dal fornire gli strumenti adeguati, da qui l’istituzione del plurimandato, scarsamente praticato in verità, per l’ostruzionismo delle Compagnie. A seguire, il Decreto Crescita, di cui tanto si parla e che attende ancora l’approvazione definitiva, che introduce la libertà di collaborazione tra i diversi Intermediari iscritti al RUI.

Con il suo intervento, Angela Occhipinti (nella foto), componente SNA Nazionale e membro della commissione per il mezzogiorno, ha intrattenuto i presenti soffermandosi sulla reale situazione del Sud, dove, rispetto al numero di Compagnie di Assicurazione operanti in Italia, quelle rappresentate sono veramente poche. La Occhipinti ha trattato anche l’argomento “chiusura Agenzie”, quindi ha parlato della perdita dei posti di lavoro, della difficoltà per i consumatori di trovare un’offerta assicurativa in loco e dell’aumentare dei soggetti che circolano senza assicurazione.

Ha parlato anche dell’esigenza di una cultura assicurativava che aiuti le famiglie nelle scelte e a tale proposito, ha anche illustrato brevemente il progetto di formazione nelle scuole che il Sindacato sta mettendo a punto.

L’intervento di Confesercenti prima e di Confcommercio dopo, è stato molto utile al fine di potere individuare, in un momento in cui le Imprese ed in questo caso le Agenzie, parlano solo di problemi, le possibili ed eventuali soluzioni. E quindi si è parlato del consorzio Fidi a disposizione anche della categoria degli Agenti, della possibilità di usufruire gratuitamente di ore di formazione che aiutino i dipendenti di Agenzia a qualificarsi ulteriormente e dei molteplici servizi messi a disposizione.

Il rappresentante del Codacons, non poteva non entrare nell’argomento “caro prezzi delle polizze RCA”, trattato ampiamente ed anche condiviso dagli Intermediari che, essendo consumatori a loro volta, non  hanno potuto non accogliere le preoccupazioni che derivano dalle famiglie.  Siamo in piena crisi ed i bilanci familiari sono scarni, ecco perché la ricerca del prezzo migliore diventa spasmodica.

A conclusione del dibattito, il previsto Question Time con i giornalisti che hanno dato veramente la percezione di quello che succede realmente, ponendo quesiti interessanti, di grande attualità e non mancando di formulare  proposte.  Tutti i componenti del Comitato esecutivo SNA di Reggio Calabria, organizzatori dell’evento, sono intervenuti nell’intento di rendere chiaro un argomento, quello assicurativo, a volte poco compreso e con la volontà  di far conoscere una categoria, quella degli Agenti di assicurazioni, spesso giudicata superficialmente.

Fonte: Costaviolaonline.it (Articolo originale)

Related posts

Top