PAOLO BEDONI (CATTOLICA) ENTRA NEL CONSIGLIO NAZIONALE DI CONFCOOPERATIVE

Paolo Bedoni Imc

«Dna cooperativo è elemento qualificante per reggere alla crisi e creare premesse per una nuova fase di sviluppo»

Paolo Bedoni ImcPaolo Bedoni (nella foto), presidente di Cattolica Assicurazioni, entra a far parte del Consiglio Nazionale di Confcooperative. Lo ha comunicato il presidente della confederazione, Maurizio Gardini, nel corso della riunione degli organi. «La Cattolica – dice Gardini – è una delle nostre cooperative di punta. L’obiettivo di Cattolica coincide con il nostro, vale a dire lavorare perché la cooperazione assuma posizioni di maggiore forza e leadership anche nel sistema assicurativo».

«L’adesione di Cattolica a Confcooperative, che risale al 2011 – ha ricordato Bedoni nel suo intervento al consiglio nazionale di Confcooperative – è del tutto coerente con la storia e con l’identità di Cattolica.  In questi anni abbiamo rafforzato il modello cooperativo attraverso un coinvolgimento crescente della base sociale e la costruzione di un modello di governance  e la costruzione di partnership con banche, istituti e fondazioni territoriali aventi tutti connotazione cooperativa e popolare. E uno dei capisaldi di questa costruzione è proprio il rapporto di bancassicurazione con Iccrea e  con il sistema delle banche di credito cooperativo che è uno dei nostri asset strategici».

«L’esperienza di questi anni – ha concluso Bedoni – ci conferma nella nostra convinzione che la connotazione cooperativa è un elemento qualificante, un vero e proprio valore aggiunto per un Gruppo come Cattolica che ha forti e storiche radici territoriali e chiara vocazione etica. Sono questi i punti di forza che ci hanno consentito nel 2007 di avviare un processo di profondo rinnovamento di Cattolica, dal punto di vista della governance e manageriale, reggendo all’impatto della crisi e di creare le premesse per una nuova fase di sviluppo».

Intermedia Channel

Related posts

Top