Patto 2.0, gli agenti GALF e MAGAP decidono di lasciare aperta l’Assemblea

Dialogo - Trattativa Imc

Dialogo - Trattativa Imc

Fumata grigia dai lavori di Torino: gli associati di entrambi i Gruppi agenti affidano agli Uffici di presidenza il mandato “di chiarire con urgenza i punti chiave rimasti in sospeso”

“Dopo un attento esame della proposta di rinnovo” dell’Accordo Integrativo UnipolSai, con una mozione conclusiva votata congiuntamente ed all’unanimità, gli agenti MAGAP (Milano Assicurazioni Gruppo Agenti Professionisti, lato UnipolSai) e GALF (Gruppo Agenti La Fondiaria) “pur condividendo i presupposti e gli obiettivi alla base dell’impianto generale dell’Accordo 2.0, ritengono indispensabile rafforzare quei presupposti irrinunciabili e fondanti che debbono sottostare ad un “Patto” ed individuabili nei principi di fiducia e trasparenza”.

Per questo motivo – si legge in una nota – gli Associati di entrambi i Gruppi “hanno deciso di lasciare aperta l’Assemblea e di dare mandato agli Uffici di presidenza di definire e chiarire con urgenza, anche con il coinvolgimento delle rappresentanze di tutti gli altri Gruppi Agenti UnipolSai, i passaggi chiave rimasti sospesi e non definiti durante il confronto svoltosi con la Compagnia durante il Congresso”.

“Dopo una lunga e complessa trattativa, durata ben oltre un anno, e proprio nella fase conclusiva e più delicata dell’intera negoziazione, durante l’intervento della Compagnia in Congresso sono stati focalizzati aspetti che necessitano di un urgente e imprescindibile chiarimento. Siamo certi che la Mandante comprenda l’importanza di ristabilire pienamente quelle basi di reciprocità indispensabili per instaurare relazioni industriali durature, solide e proficue per gli interessi dell’Azienda e della Rete, coerentemente con i rispettivi ruoli – hanno spiegato Paola Minini e Francesco Bovio, rispettivamente presidenti di GALF e MAGAP –. Riteniamo quindi fondamentale organizzare a strettissimo giro un incontro con le altre rappresentanze dei colleghi UnipolSai e subito dopo con l’azienda per un indispensabile passaggio di chiarezza. Ci auguriamo di poter presto giungere ad una conclusione positiva della negoziazione, nell’interesse di tutte le parti che possono trarre solo vantaggi da un rapporto solido e sereno”.

Intermedia Channel

Related posts

Top