Per Banca Generali miglior agosto di sempre

Gian Maria Mossa (4) Imc

Gian Maria Mossa (4) Imc

(Fonte: Il Sole 24 Ore)

I flussi netti sono cresciuti del 43% rispetto al 2015. La raccolta gestita netta da gennaio ammonta a 2,56 miliardi di euro, sui livelli dello stesso periodo del 2015

Miglior mese di agosto nella storia di Banca Generali per raccolta con 310 milioni di euro di flussi netti, in crescita del 43% rispetto allo stesso mese dello scorso anno. La raccolta gestita è stata pari a 306 milioni, in calo dai 552 milioni a luglio, ma con un incremento “di oltre il 60%” sul dato dell’agosto 2015. Da inizio anno la raccolta complessiva è aumentata del 37% a 3,8 miliardi.

Nel dettaglio, ad agosto i fondi comuni hanno segnato sottoscrizioni per 75 milioni dopo 116 milioni in luglio, mentre per le gestioni di portafoglio il saldo è di +99 milioni dopo +165 milioni. Per le assicurazioni la raccolta netta è stata di 132 milioni contro 271 milioni a luglio. Il risparmio non gestito ha invece segnato una raccolta netta di 4 milioni dopo 49 milioni a luglio.

La flessione della raccolta in agosto rispetto a luglio è fisiologica, considerando che si tratta dell’apice del periodo delle vacanze. Da inizio anno la raccolta gestita netta di Banca Generali totalizza 2,56 miliardi, sui livelli dello stesso periodo del 2015. Per i fondi comuni il totale da inizio anno scende a +55 milioni da +733 milioni, mentre per le gestioni di portafoglio il saldo è +550 da -162 milioni. Poco variato l’andamento per le assicurazioni che segnano +1,95 miliardi nel gennaio-agosto contro 1,99 miliardi nello stesso periodo del 2015. Per il risparmio non gestito la raccolta netta dei primi otto mesi del 2016 ammonta a 1,26 miliardi contro 226 milioni un anno prima. La nuova produzione assicurativa ad agosto è stata pari a 196 milioni, dopo 369 milioni a luglio e nei primi otto mesi del 2016 ha raggiunto 2,66 miliardi (contro 2,84 miliardi l’anno prima).

«Nonostante l’assestamento nella volatilità, sui mercati non sono mancate le incognite e le incertezze – commenta il direttore generale di Banca Generali, Gian Maria Mossa (nella foto). C’è forte attenzione alle nuove gestioni, soprattutto dai clienti nella sfera private che possono contare su una gamma d’offerta dedicata con coperture e servizi modulabili, così come ai servizi di advisory di ultima generazione che si adoperano per stabilizzare i portafogli contando su modelli orientati a minimizzare i rischi di volatilità. Proprio il focus strategico al concetto di rischio rappresenta un tratto distintivo della nostra consulenza. Guardiamo con grande entusiasmo ai prossimi mesi».

Related posts

Top