Per le Casse ritocchi di aliquote e più welfare

Welfare (4) Imc

Welfare (4) Imc

(di Federica Micardi – Il Sole 24 Ore)

Da gennaio aumenti in vista per ragionieri, avvocati e geometri. Assistenza e giovani ai primi posti nei piani degli enti, che stanno ampliando i soggetti destinatari di misure di sostegno con interventi a favore dei familiari degli iscritti 

La previdenza dei professionisti anche nel 2017 mantiene alta l’attenzione sul welfare e sui giovani, senza però dimenticare l’obiettivo dell’equilibrio di lungo periodo. Con il prossimo gennaio alcune categorie registreranno un aumento del contributo soggettivo. Non si tratta, in questi casi, di una novità dell’ultima ora, ma degli effetti delle riforme adottate già da tempo che vanno a regime gradualmente. Tra le professioni tenute a versare di più troviamo ragionieri, avvocati e geometri. Il contributo soggettivo dei ragionieri sale al 14% – arriverà al 15% nel 2018 -, per gli avvocati si passa dal 14 al 14,5 % – nel 2021 è previsto un ulteriore aumento al 15% – e quello dei geometri iscritti alla Cipag arriva al 17% e anche per loro è previsto un ulteriore aumento di un punto percentuale nel 2018.

Non solo aliquote contributive più alte ma anche più servizi di welfare. Con il 2017 entra in vigore la riforma della previdenza dei commercialisti, la Cnpadc ha sostituito i sette vecchi regolamenti assistenziali con un unico regolamento arricchito è aggiornato, che prevede più sostegno alle iscritte neo mamme e più attenzione alle esigenze del professionista e della sua famiglia. Un’altra importante novità per i dottori commercialisti riguarda il rendimento del montante. Dal 2017 la Cassa supera il vincolo della “rivalutazione minima” che con il Pil basso non supera l’1,5%; dal prossimo anno la Cnpadc potrà riversare sui montanti un rendimento pari alla media del rendimento del patrimonio degli ultimi cinque anni.

Novità assistenziali in arrivo anche per gli avvocati. Dal 2017 sarà pienamente operativo il nuovo portale dedicato al welfare, che già ora consente di fare ricerche personalizzate sui servizi di assistenza offerti da Cassa forense che di recente si sono arricchiti di 27 nuovi istituti, e dall’anno prossimo permetterà anche l’invio telematico della modulistica necessaria a richiedere questi servizi. Per offrire uno strumento di lavoro soprattutto ai giovani avvocati, nel 2017 sarà operativa la banca dati legale gratuita che la Cassa metterà loro a disposizione per accedere a tutte le sentenze.

Inarcassa, l’ente di previdenza di ingegneri e architetti, prosegue sulla rotta del welfare e dell’evoluzione dei servizi di tutela sociale e sanitaria come il long term care, che sarà rafforzato. Alle porte del nuovo anno c’è anche la revisione della riforma del sistema sanzionatorio: l’ente intende riproporre ai ministeri vigilanti la riduzione delle penali a chi paga entro l’anno o ricorre agli istituti di conciliazione (idea bocciata nel 2016).

Una riforma dell’assistenza è anche nell’agenda di Cassa ragionieri, la delibera è stata già approvata ed è in attesa del nullaosta ministeriale. Sono state introdotte nuove prestazioni a sostegno degli associati con l’obiettivo di ampliare le tutele assistenziali in un’ottica di welfare globale del lavoro e della famiglia; tra le novità più sostegno ai figli disabili anche maggiorenni e agli iscritti indigenti con figli minori, e aiuti in caso di assistenza domiciliare o di inabilità temporanea. I ragionieri dall’anno prossimo potranno effettuare i versamenti contributivi tramite modello F24, con la facoltà di compensare eventuali crediti verso il fisco.

Novità in arrivo per i giovani geometri e per gli aspiranti colleghi: i dettagli si conosceranno domani e dopodomani, 11 e 12 ottobre, durante il convegno di Cipag a Roma. Al momento, si può anticipare che si tratta di iniziative studiate per agevolare la formazione e aiutare chi comincia a fare i primi passi nella professione.

Related posts

Top