Polizze auto: L’assicurazione non paga, aggiusta. Nobis lancia una nuova Rc

Alberto Di Tanno (Foto Renzo Udali) Imc

Alberto Di Tanno (Foto Renzo Udali) Imc

(Autore: Luigi Grassia – La Stampa Tuttosoldi)

Alberto Di Tanno: così addio alle truffe e le tariffe sono più basse

Il punto di partenza è un concetto assicurativo molto semplice che i tecnici del ramo chiamano «indennizzo in forma specifica», cavallo di battaglia delle associazioni dei consumatori e bestia nera dei truffatori della strada: si tratta di pagare gli indennizzi della Rc Auto non in denaro ma direttamente in servizi, ripristinando le vetture incidentate senza passaggio di soldi.

In pratica: l’auto viene presa in carico dal carrozziere e a cose fatte l’assicurato la ritira aggiustata. Impossibile intascare denaro con finti incidenti. Eliminando le truffe si elimina anche un importante fattore di costo per le compagnie assicurative, e così le polizze costano meno. Questo sistema in Italia esiste già da anni, ma il suo sviluppo è stato ostacolato finora da alcune norme sfavorevoli (e ti pareva) per cui non si è esteso oltre il 3% del mercato. Ma le complicazioni dovrebbero essere presto eliminate (c’è una proposta di legge) e la compagnia assicurativa Nobis coglie l’attimo offrendo, a partire da oggi, la Rc Auto con indennizzo in forma specifica, con la garanzia di un’auto sostitutiva per ogni cliente (quindi con mobilità garantita). Inoltre a livello promozionale c’è l’incentivo di 6 mesi gratis per i nuovi clienti: la polizza Nobis verrà distribuita dalle concessionarie che la acquisteranno e ne faranno omaggio ai loro clienti. Inoltre nella agenzie Nobis potranno essere acquistate sia la polizza con indennizzo in forma specifica sia quella tradizionale.

Il riferimento ai concessionari non è casuale perché la Nobis è una filiazione della società Intergea, cioè del più grande gruppo di concessionari automobilistici d’Italia di tutte le marche (fonte Quintegia) e fra i maggiori fornitori di pezzi di ricambio. Nata nel 2008, la Nobis offriva già l’indennizzo in forma specifica per i casi di furto, incendio, atti vandalici e maltempo; adesso estende l’attività alla Rc Auto. Nobis è controllata dal gruppo Intergea presieduto da Alberto Di Tanno (nella foto, di Renzo Udali) e partecipata dalla società Investimenti Industriali, a sua volta partecipata da Andrea Agnelli tramite il fondo Lamse e da Roberto Chiatta.

Alberto Di Tanno arriva a questo particolare business avendo alle spalle diverse attività nel settore auto: «Sono figlio di benzinaio e ho fatto il benzinaio da ragazzo – racconta – poi sono stato tre anni in polizia stradale, poi ho aperto un concessionario, poi una rete di concessionari, e infine una compagnia di assicurazione», forte dell’esperienza maturata sul campo. Adesso si sente sicuro di offrire le migliori condizioni sul mercato della Rc Auto, conoscendo che cosa vogliono i clienti.

Related posts

Top