PROGETTO “NAPOLI VIRTUOSA”: LE PERPLESSITA’ DELLO SNA

Per il Sindacato nazionale agenti si tratta di una «buona idea realizzata male». Ecco perché…

«Il progetto Napoli virtuosa, avviato dal comune campano ad inizio luglio, con l’obiettivo apprezzabilissimo di risolvere un vero problema sociale che da tempo attanaglia Napoli (nella foto un veduta) e tutto il Sud d’Italia, cioè il caro polizze Rc auto, solleva dal nostro punto di vista alcune perplessità». È quanto sottolinea Claudio Demozzi, presidente dello Sna, per il quale il sindacato nazionale agenti «è critico, in primis, sulla promessa dello sconto: un risparmio del 20% a chi sia in regola col pagamento della tassa dei rifiuti, per dimostrare che la correttezza conviene. In pratica, le condizioni dello sconto sono applicate a un profilo di automobilisti altamente virtuoso, che probabilmente troverebbe polizze anche più vantaggiose se solo ci fossero più compagnie fra cui scegliere e una maggiore concorrenza».

«Posto che il Comune fa bene a individuare vie nuove», precisa Demozzi, «la vera pressione va fatta sulla “miopia” politico-commerciale delle compagnie di assicurazione che, pur facendo registrare bilanci record anche in presenza di aumenti di fattori negativi (furti e frodi), hanno scelto di chiudere al Sud agenzie su agenzie. Solo a Napoli, per esempio, gli agenti sono diminuiti di oltre il 10%, passando dai 1.050 professionisti del 2010 ai 938 del 2011. La battaglia contro l’illegalità e i contrassegni falsi, altra piaga campana che induce l’aumento delle tariffe, si vince con il controllo e la presenza di agenti e liquidatori in loco, ma noi, proprio dove è necessario attivare maggiori ispezioni, di contro, assistiamo all’abbandono sistematico del territorio da parte di molte compagnie tradizionali e alla riduzione progressiva degli organici»

Fenomeni come Napoli Virtuosa, secondo lo Sna, potrebbero innescare «un pericoloso effetto domino e spingere anche altre amministrazioni ad azioni analoghe, che evidentemente celano finalità mediatiche per alimentare il consenso politico. Lo Sna vigilerà ed eserciterà il giusto diritto di critica a tutela della professionalità degli agenti e del loro imprescindibile ruolo nel mercato e congiuntamente affiancherà i clienti/consumatori, perché le offerte di prodotti assicurativi rispondano pienamente e adeguatamente alle loro esigenze di sicurezza, demolendo così pericolosi miraggi di risparmi mirabolanti».

     

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top