PROSEGUE LA CONTRAPPOSIZIONE TRA COMITATO GAA ED ESECUTIVO NAZIONALE SNA

SNA HiRes

Ravvicinato scambio di corrispondenza tra Comitato dei Gruppi Agenti Aziendali SNA e presidenza ed Esecutivo Nazionale del sindacato. Lo scorso 17 giugno, presidente e vicepresidente del Comitato dei GAA – Tonino Rosato e Antonio Canu – erano stati invitati dal presidente SNA Claudio Demozzi alla riunione dell’Esecutivo Nazionale del 1° luglio, in modo da affrontare congiuntamente gli aspetti connessi all’avvio dell’istruttoria Antitrust a carico di otto compagnie per possibile ostacolo al plurimandato. Da Demozzi era anche giunto un richiamo alla difesa delle scelte fatte nell’aver promosso il provvedimento dell’authority – grazie ad una serie di segnalazioni – e alla coesione unitaria tra sindacato e gruppi agenti.

Rosato e Canu non hanno partecipato ai lavori dell’Esecutivo Nazionale SNA del 1° luglio, affidando le proprie riflessioni ad una lettera al presidente Demozzi e all’Esecutivo Nazionale, nella quale ricordano come “i presidenti di Gruppo che hanno partecipato al Comitato dei GAA del 24 giugno 2013 hanno espresso forte disapprovazione per il rapporto instaurato negli ultimi mesi dall’EN SNA con il Comitato dei GAA e, più in generale, con i Gruppi Agenti”. Il malessere del comitato GAA viene espresso anche nella mancanza di un confronto preventivo e nelle “irricevibili accuse pubbliche” su presunti atteggiamenti subordinati verso le imprese, concetto espresso da Demozzi sempre nella lettera dello scorso 17 giugno.

SNA HiResSi ritiene pertanto improcrastinabile un incontro con la partecipazione del Presidente e dell’Esecutivo Nazionale, volto a chiarire, definitivamente, se la volontà dell’EN sia effettivamente quella di un rapporto costante e sinergico con i GA o se, invece, come anche recentemente dichiarato, vi sia la volontà del superamento degli stessi per interloquire direttamente ed esclusivamente con gli iscritti”, chiudono quindi la propria lettera Canu e Rosato.

La risposta congiunta di Demozzi e di Vittorio Zenith – responsabile dell’Esecutivo Nazionale dei rapporti con i Gruppi Agenti Aziendali – non si è fatta attendere. “Prendiamo atto del malessere dichiarato, ma soprattutto della volontà di condividere temi di interesse universale rispetto la categoria che rappresentiamo e del nostro futuro professionale”, viene dichiarato nella lettera indirizzata ieri a Rosato e Canu.  EN e presidenza si dicono concordi nell’esigere un confronto aperto e trasparente, così come espresso dal Comitato dei Gruppi Agenti, invitando gli stessi a concordare una data per l’incontro.

Siamo convinti che non ci siano “solchi” insanabili e questo scambio epistolare lo conferma – puntualizzano inoltre Demozzi e Zenith –, ma si debba far chiarezza sulle diverse ma complementari funzioni di ruolo, soprattutto di quanto stabilito dallo statuto che ci lega e che non possiamo permetterci di ignorare. Siamo inoltre certi – concludono – che vi spinge lo stesso spirito che anima ogni iscritto al nostro sindacato, voi compresi, e pertanto lasciamo che il senso di responsabilità che ci guida e il desiderio di affermazione del nostro ruolo di agenti, possa superare ogni acrimoniosa amarezza che non giova al nostro futuro”.

Lettera del Comitato GAA SNA al presidente Demozzi e all’Esecutivo Nazionale – 01.07.2013

Lettera di Demozzi e Zenith a Rosato e Canu – 03.07.2013

Intermedia Channel

Related posts

One Comment;

  1. diogene said:

    Ma questi signori non hanno un briciolo di senso di responsabilità? Quanti colpi mortali ancora vogliono dare ad un qualche possibile futuro per gli agenti di assicurazione dopo aver azzerato lo SNA e la sua storia? Chi fermerà il sacro fuoco che anima il demozzino ed i suoi (sempre meno) sostenitori? Con quale credibilità ci si avvia al confronto con Ania? Per favore andate a casa!

Comments are closed.

Top