Quinto compleanno per il Museo Storico Reale Mutua

museo-storico-reale-mutua-imc

museo-storico-reale-mutua-imc

Il Museo Storico della compagnia subalpina, inaugurato nel 2014 nella sua attuale veste, compie cinque anni e festeggia “una storia di epoche lontane” in compagnia della scrittrice Alice Basso e della rock band Soundscape 2.0

Il Museo Storico Reale Mutua (Torino, via Garibaldi 22), festeggia i suoi primi cinque anni e oggi, venerdì 8 marzo, con un’apertura straordinaria dalle ore 18.00, accoglierà il pubblico per celebrare questo anniversario, insieme alla scrittrice Alice Basso e alla sua band musicale Soundscape 2.0.

Durante la serata, si legge in una nota, la scrittrice e la rock band al femminile interpreteranno con parole e musica il racconto inedito redatto da Basso in esclusiva per Reale Mutua: “Signorina Bertero, dattilografa”. La performance avrà inizio alle ore 18.30 “e non sarà una semplice lettura, ma una recitazione della storia con musiche composte per l’occasione. La scrittrice racconterà in modo spiritoso, tuttavia emozionante, una figura che a suo modo ha rappresentato una pietra miliare nella storia di Reale Mutua: la prima impiegata, una dattilografa, che nel lontano 1926 ha varcato l’ingresso della sede della Compagnia. Un omaggio quindi a una donna di Reale Mutua, la prima, ma anche a tutte coloro che si sono succedute e che hanno contribuito a rendere grande la compagnia assicurativa torinese e Reale Group.

L’evento sarà ad ingresso libero, fino ad esaurimento posti.

«Una stimata scrittrice, una rock band in ascesa tutta al femminile e l’affascinante storia di una donna che ha lasciato il segno in Reale Mutua sono il mix ideale per festeggiare quest’importante tappa del nostro Museo, che cade proprio nel giorno della “Festa della Donna” – ha dichiarato Carlo Enrico de Fernex, Responsabile Comunicazione Istituzionale di Reale Mutua –. Questa piacevolissima serata, insolita e originale, piena di musica e cultura, offrirà ai presenti l’opportunità di scoprire la memoria della nostra azienda e la sua identità e, nel contempo, di ripercorrere la storia di Torino e del nostro Paese, con uno sguardo a una società in costante trasformazione nelle abitudini, nel modo di lavorare, nelle mode e nei bisogni».

Intermedia Channel

Related posts

Top