RBM ASSICURAZIONE SALUTE SI CONFERMA “COMPAGNIA DI VALORE”

RBM Salute HiRes

RBM ASSICURAZIONE SALUTE SI CONFERMA LA NUMERO UNO NEL RAMO MALATTIA COME “COMPAGNIA DI VALORE”  PREMIATA ALLA XVIII EDIZIONE DEI MILANO FINANZA INSURANCE & PREVIDENZA AWARDS 2019 DI CLASSEDITORI

mv milano finanza awards

Milano, 23 ottobre 2019 – “Ringrazio tutto il nostro team che dal 2011 ad oggi ha lavorato con professionalità, competenza e determinazione per conseguire l’obiettivo di diventare i Numeri 1 dell’Assicurazione Salute in Italia, e che ci ha permesso di ricevere questo prezioso riconoscimento come “Compagnia di Valore” nella categoria malattia da Milano Finanza”. Queste le parole di Marco Vecchietti, Amministratore Delegato e Direttore Generale di RBM Assicurazione Salute mentre ha ritirato il premio nel corso della cerimonia della XVIII edizione dei Milano Finanza Insurance & Previdenza Awards 2019, di ClassEditori.

“Questa affermazione di RBM Assicurazione Salute – continua Vecchietti – si inserisce in un momento in cui anche il mercato dimostra una crescita importante – quest’anno è stata del 10% circa complessivamente, che equivale a poco meno di 3 miliardi di euro -, crescita registrata anche  nei due anni precedenti, caratterizzati dallo sviluppo dell’Assicurazione Salute nel nostro Paese. L’auspicio è creare in prospettiva un’integrazione sempre maggiore tra il ruolo del SSN e un’Assicurazione Salute che non sia solo integrativa come oggi le norme indicano, ma sempre più complementare, in grado di intercettare gli oltre 40 miliardi di euro che i cittadini italiani pagano di tasca propria in aggiunta al prelievo fiscale per il Servizio Sanitario Nazionale. Quest’anno si è trovata l’affermazione per la prima volta di un modello di Sanità Integrativa di massa, quella del settore metalmeccanico, che ha portato all’interno di questo settore oltre due milioni di assicurati in più. Questa è la vera prospettiva: passare da un’assicurazione sanitaria riservata solo ad alcuni ad un modello diffuso che aiuti le famiglie, sia in termini di accessibilità alle prestazioni sanitarie sia di sostegno alla spesa in questo settore”.

*

Top