RC AUTO: DA OGGI MASSIMALI RADDOPPIATI

Entra in vigore il decreto legislativo 198/2007  che obbliga le compagnie ad applicare una direttiva dell’Unione Europea. Secondo Altroconsumo, il passaggio dal vecchio massimale a quello nuovo comporta per gli assicurati un aumento medio dei premi Rc auto pari al 2% circa.  

 

A partire da oggi entra in vigore il decreto legislativo 198/2007 che obbliga le compagnie assicurative italiane, sulla base di quanto stabilito da una direttiva dell’Unione Europea, di innalzare (raddoppiandoli) i massimali minimi per le polizze Rc auto. In particolare, per i danni alle persone il massimale è stato elevato a 5 milioni di euro, mentre per i danni alle cose e agli animali a un milione di euro.

«La ragione di questa revisione», commenta Altroconsumo, «è il voler evitare che la somma garantita risulti insufficiente a liquidare tutti i danni provocati. L’intento è anche quello di fare in modo che una parte del risarcimento, che può essere rilevante in caso di sinistro con lesioni alle persone, rischi di restare a carico dell’assicurato responsabile. Nel calcolo del premio Rc auto quella del massimale è una voce che influisce in maniera minore rispetto ad altri parametri quali l’età, la provincia e la classe di rischio. Quando si stipula un’assicurazione auto, perciò, è bene scegliere un massimale più alto per essere meglio tutelati in caso di sinistro».

Secondo le rilevazioni dell’associazione dei consumatori «il passaggio dal “vecchio” massimale a quello nuovo comporta un aumento medio dei premi Rc auto pari al 2% circa. Da segnalare, inoltre, che circa il 25% delle compagnie assicuratrici non ha effettuato alcun adeguamento tariffario, mentre per le rimanenti gli aumenti oscillano tra i 2% e il 6,5%».

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top