“Reale Foundation”, nasce la fondazione di Reale Group

new-building-bertola-reale-group-facciata-corso-siccardi-imc

new-building-bertola-reale-group-facciata-corso-siccardi-imc

Attraverso la nuova Fondazione, le società di Reale Group presenti in Italia, Spagna e Cile “intendono confermare il proprio impegno in progetti concreti e di valore rivolti alla comunità”

Reale Group si dota di una propria fondazione di Gruppo: “per strutturare in maniera più sistematica la propria strategia di sostenibilità e le attività di community engagement” nasce infatti Reale Foundation, strumento trasversale per le società del Gruppo internazionale – Società Reale Mutua di Assicurazioni, Italiana Assicurazioni, Banca Reale, Blue Assistance, Reale Immobili, Reale Seguros Generales e Reale Vida – nel quale confluiranno ogni anno le erogazioni liberali volte a sostenere iniziative a favore delle collettività.

“Al fine di produrre valore aggiunto in allineamento allo spirito mutualistico e agli asset di Reale Group”, la Fondazione – si legge in una nota – ha individuato in particolare tre aree prioritarie “di urgente bisogno sociale sulle quali attivarsi concretamente” nei Paesi in cui opera:

  • Prevenzione e gestione delle cronicità. A fronte di dati positivi sull’aspettativa di vita, spiegano dal gruppo assicurativo, stanno crescendo, anche a causa di un progressivo invecchiamento della popolazione, patologie croniche quali il diabete, l’asma bronchiale, l’osteoartrosi, i disturbi della tiroide, lo scompenso cardiaco, le malattie ischemiche del cuore e neurologiche. Secondo il rapporto Osservasalute 2017, l’assistenza a queste persone (quasi quattro cittadini su dieci, pari a 23,6 milioni di individui) rappresenta la sfida principale per la sanità italiana.
  • Inclusione e sviluppo socio-economico dei giovani. I dati mostrano un incremento percentuale delle persone in condizioni di povertà assoluta e relativa, evidenziano da Reale Group, che rischia di colpire in particolare i giovani, alla luce di un tasso di disoccupazione giovanile in Italia che a fine 2016 coinvolge oltre il 40% della popolazione e una percentuale di NEET (not in employment, education, training) che ammonta all’11,4%, la percentuale più alta in Europa.
  • Resilienza ai rischi connessi a eventi naturali. Inondazioni e terremoti, sottolineano ancora dal Gruppo, sono fenomeni che si registrano sempre più frequentemente con un’altissima incidenza – in termini di vite umane e a livello economico. L’indice Inform Risk 2017 rileva criticità nei Paesi in cui è attivo Reale Group, in particolare per quanto riguarda l’esposizione all’evento e la capacità di risposta (coping capacity).

Un comitato operativo, un patronato e un comitato probiviri, composti da rappresentanti delle imprese del Gruppo, avranno rispettivamente il ruolo di proporre e validare i programmi e i progetti in Reale Foundation, “assicurando l’allineamento delle sue attività ai principi etici e agli obiettivi di sostenibilità che guidano Reale Group”.

“Reale Foundation è frutto dello spirito mutualistico che da 189 anni guida il nostro modo di fare impresa di Reale Group – ha commentato Luca Filippone, direttore generale di Reale Mutua –. L’analisi delle aspettative dei nostri stakeholder e dei bisogni sociali delle aree nelle quali operiamo ha evidenziato la necessità di dotarci di uno strumento di Gruppo, dedicato alla gestione delle attività di valorizzazione del territorio e in grado di programmare e progettare interventi mirati a favore delle nostre comunità di riferimento”.

Intermedia Channel

Related posts

Top