Reale Group, risultati positivi dal preconsuntivo 2017 e dal preventivo 2018

new-building-bertola-reale-group-imc

new-building-bertola-reale-group-imc

Il Gruppo stima di chiudere il 2017 con un utile consolidato di 107,1 milioni di Euro (in calo rispetto ai 131 milioni di fine 2016) e una raccolta premi di 4,57 miliardi (+1,5% a perimetro costante). I benefici di mutualità 2018 ai Soci/Assicurati di Reale Mutua e provvedimenti a favore degli altri Assicurati del Gruppo ammontano a 10,6 milioni

L’Assemblea dei Delegati della Società Reale Mutua di Assicurazioni si è riunita nella giornata di oggi, lunedì 11 dicembre, in rappresentanza di quasi 1.400.000 Soci/Assicurati per l’esame del preconsuntivo 2017 e l’approvazione del preventivo e dei benefici di mutualità per il 2018.

Per quanto riguarda il Gruppo, il 2017 è stato caratterizzato dall’acquisizione delle imprese italiane del gruppo austriaco UNIQA e dall’avvio dell’operatività della compagnia sudamericana Reale Chile Seguros. Il preconsuntivo di Reale Group evidenzia risultati positivi, con una dinamica di premi in crescita rispetto al 2016 dell’1,5%, a perimetro costante, e, considerando il contributo delle nuove società, del 18,7%, portando così la raccolta complessiva a 4,57 miliardi.

L’utile consolidato si attesta a 107,1 milioni di Euro, in calo rispetto ai 131 milioni di Euro di fine 2016. L’utile, spiega il Gruppo nella nta di presentazione dei risultati, risente, da un lato, degli impatti negativi sia della svalutazione, pari a 18 milioni di Euro (12 milioni sul risultato netto post-effetto fiscale), della quota di partecipazione di Reale Mutua nel Fondo Atlante (il fondo di investimento alternativo mobiliare costituito a livello nazionale per dare supporto alle banche italiane in difficoltà) sia del previsto risultato in perdita di 10,8 milioni di Euro determinato dalla fase di start-up della compagnia cilena; dall’altro lato, invece, l’utile integra il positivo contributo, pari a € 10,7 milioni, apportato dalle società UNIQA.

L’indice di solvibilità di Gruppo, calcolato con formula standard, ammonta al 208%.

Per il 2018, a livello di Gruppo, sono previsti una crescita dei premi del 9,2%, che porterà la raccolta a circa 5 miliardi di Euro, un utile consolidato di 103,5 milioni (che tiene conto di un risultato negativo di 22,5 milioni legato all’investimento in Cile), nonché un rafforzamento del patrimonio netto e dell’indice di solvibilità (stimato al 224%).

Per la Capogruppo Reale Mutua si prevede una chiusura del 2017 con un utile di 51,3 milioni (57,4 milioni a fine 2016), valore su cui impatta fortemente la sopra richiamata svalutazione della partecipazione nel Fondo Atlante, interamente a carico della compagnia. L’indice di solvibilità, determinato con formula standard, si attesta al 323%.

La redditività tecnica della Società si conferma positiva: i premi di lavoro diretto sono infatti stimati in crescita dello 0,9% (a 2,22 miliardi di Euro) ed il combined ratio Danni, pari al 96,1%, è in marginale miglioramento rispetto all’esercizio precedente (-0,3 p.p.).

Nel 2018 della Capogrupppo sono previsti una crescita dell’utile a 60 milioni di Euro, un incremento della raccolta premi di lavoro diretto (+3%) ed un ulteriore miglioramento del combined ratio (a 95%). Anche l’indice di solvibilità è stimato in aumento al 343%.

Alla luce dei risultati di bilancio attesi, l’Assemblea dei Delegati di Reale Mutua ha deliberato per il 2018 l’erogazione di benefici di mutualità a favore dei Soci/Assicurati per un importo di circa 9,5 milioni di Euro, dei quali 7,5 milioni a favore di polizze dei rami Danni ed 2 milioni per prodotti Vita. In continuità con quanto effettuato negli scorsi anni “e in linea con lo spirito mutualistico di Reale Group”, nel prossimo esercizio le controllate Italiana Assicurazioni e Reale Seguros Generales destineranno, complessivamente, 1,1 milioni di Euro (0,8 + 0,3) in provvedimenti ai propri Assicurati.

Fitch Ratings, infine, ha confermato per Reale Mutua e la controllata spagnola Reale Seguros Generales il rating IFS in “BBB+”, con outlook stabile, valore superiore di un grado a quello attribuito al debito sovrano italiano (“BBB”, con outlook stabile), “a comprova della continua e forte solidità di Reale Group”.

«I risultati previsti sono la dimostrazione dell’ottimo lavoro svolto da coloro che operano, a tutti i livelli, in Reale Group e dell’attenzione comune per un suo sviluppo redditivo ‐ ha commentato Luca Filippone, direttore generale di Reale Mutua –. Il contesto di riferimento si caratterizza per un continuo e repentino mutamento e per numerosi fattori esogeni, sia sul fronte tecnologico e normativo sia in relazione al forte cambiamento delle esigenze dei clienti. In Reale Group ci impegniamo a essere tempestivi nell’innovare le strategie e i processi; continuiamo a investire in digitalizzazione e informatizzazione, ritenendo che un’avanzata tecnologia, accompagnata da un patrimonio umano di elevata qualità, rappresenti il modello vincente per affrontare al meglio il nostro futuro».

Intermedia Channel

Related posts

Top