REALE MUTUA PRESENTA IL BILANCIO DI SOSTENIBILITA’ 2011

Significativo l’impegno in alcune tematiche come i benefici di mutualità, la formazione, le elargizioni liberali e le politiche ambientali.  

Reale Mutua (nella foto, la sede) ha presentato il bilancio di sostenibilità relativo all’esercizio 2011. Il documento descrive «l’impegno della compagnia, illustrando i principali progetti e le iniziative orientati alle diverse categorie di stakeholder, dai dipendenti alla collettività; fra gli altri le partnership con organizzazioni non profit, l’utilizzo di una politica di selezione dei fornitori secondo criteri socialmente sostenibili, la creazione di prodotti ecosostenibili e i comportamenti a tutela dell’ambiente. Di seguito, qualche numero del bilancio di sostenibilità 2011:

Benefici di mutualità: i soci/assicurati, nell’anno 2011, hanno fruito di benefici di mutualità per oltre cinque milioni di euro cui tre nei rami danni e due nei rami vita. Il beneficio di mutualità ha natura economica concreta poiché consiste nel pagamento di un minor premio a parità di prestazioni assicurative o nell’erogazione di maggiori prestazioni assicurative a parità di premio.

Formazione: nonostante il periodo di crisi, Reale Mutua ha voluto investire ulteriormente in formazione: dalla la sua creazione, nel 2010, Academy (la corporate university per dipendenti, funzionari e dirigenti del gruppo Reale Mutua) ha raggiunto un totale di 37.955 ore di formazione, in netto aumento rispetto all’anno precedente. Allo stesso modo ha intensificato l’impegno nei confronti della formazione della rete agenziale attraverso Università Reale: l’offerta formativa 2011 si è concretizzata in 43 corsi in aula che hanno coinvolto circa 5.900 risorse della rete di vendita; inoltre sono stati erogati 98 corsi on line per un totale di circa 70.000 ore.

Elargizioni liberali: nel 2011 è stato ultimato il progetto di restauro della Chiesa del Convento Francescano di San Giuliano, la prima a essere integralmente ricostruita nel territorio aquilano dopo il terremoto del 2009, realizzato con il contributo della compagnia e degli agenti. Reale Mutua ha inoltre voluto manifestare la sua solidarietà stanziando un fondo di 500.000 euro a favore dei soci/assicurati coinvolti dalle violente alluvioni del novembre 2011.

Politiche ambientali: la collaborazione con il Politecnico di Torino, Dipartimento di Ingegneria del Territorio, dell’Ambiente e delle Infrastrutture, avviata nel settembre 2010, ha permesso di analizzare, nel corso del 2011, tutti i processi rilevanti della società, con l’obiettivo di disegnare un sistema di gestione ambientale. Questo sistema, reso operativo all’inizio del 2012 e sottoposto volontariamente all’esame di Rina Services, certificatore ambientale accreditato, sulla base dello standard UNI EN ISO 14001:2004, supporta Reale Mutua nel garantire il pieno rispetto della normativa ambientale e nel perseguire il miglioramento delle proprie prestazioni ambientali e nella prevenzione dell’inquinamento.

        

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top