REGOLAMENTO ARTICOLO 34: UNAPASS DELUSA E INSODDISFATTA

«Le istanze richieste dalle associazioni degli agenti non sono state recepite e la regolamentazione proposta da Isvap aumenta l’inapplicabilità della norma», dice Massimo Congiu, presidente del sindacato.

Cominciano ad arrivare le prime reazioni in merito alla messa in pubblica consultazione dello schema di regolamento attuativo dell’articolo 34 della legge sulle liberalizzazioni, volto a definire lo standard di modalità operative per l’applicazione delle disposizioni relative all’obbligo di confronto delle tariffe Rc auto.

«Da una prima lettura del regolamento Isvap, come intermediari non ci sentiamo minimamente soddisfatti né tantomeno quelle recepite possiamo dire che siano istanze richieste dalle associazioni degli agenti», sottolinea Massimo Congiu (nella foto), presidente di Unapass.

«Negli incontri congiunti con Isvap, le delegazioni Sna, Unapass, Comitato Gaa e Focus Group, sulla base del mandato ricevuto dai propri associati e dai gruppi agenti, hanno sostenuto la tesi secondo la quale l’articolo 34 andava respinto perché inapplicabile. La regolamentazione proposta ora da Isvap aumenta l’inapplicabilità della norma, aumenta gli obblighi e gli oneri in capo ai soli agenti dal momento che i tre preventivi sono personalizzati e obbligatori anche per le ricorrenze annuali. Viene quindi ad aggiungersi alla attività degli agenti un onere improprio per il quale non c’è alcun vantaggio per l’assicurato», dice Congiu.

«Viene assegnata, altresì, una funzione altrettanto impropria alle organizzazioni di categoria degli agenti circa la gestione dei preventivatori. Come Unapass avremmo preferito l’ipotesi dei preventivi non personalizzati e per profili  di rischio, se proprio si doveva regolamentare l’articolo 34. In questi giorni valuteremo come intervenire, ci confronteremo in tal senso con i gruppi agenti e auspichiamo che Sna condivida con noi la fase della pubblica consultazione e tutte le necessarie iniziative atte alla modifica del regolamento proposto».

    

Redazione – Intermedia Channel

Authors

Related posts

Top