RESOCONTO DAL CONGRESSO GAAT DI BOLOGNA (25-27 GENNAIO)

GAAT HiRes

Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato di commento al Congresso del GAAT (Gruppo Agenti di Assicurazione Toro) tenutosi a Bologna dal 25 al 27 gennaio. Come era naturale prevedere, molte delle tematiche toccate durante i lavori hanno interessato il nuovo assetto organizzativo del Gruppo Generali:

Nei giorni 25/27 gennaio si è svolto a Bologna il 55° Congresso del GAAT, il Gruppo Agenti di Assicurazione Toro. Viva preoccupazione è stata espressa per l’ipotizzata scomparsa del Marchio, uno dei più antichi d’Italia, in relazione all’annunciato piano di sviluppo del Gruppo Generali.

La partecipazione è stata vastissima, con interventi di grande efficacia e momento. Hanno portato il loro contributo tecnico il prof. Claudio Cacciamani, docente alla Facoltà di Economia dell’Università degli Studi di Parma, e l’ Avv. Rudi Floreani, esperto di diritto delle assicurazioni e dell’ intermediazione assicurativa e di diritto industriale.

Il leit motiv è stato il rischio che venga meno l’identità di intermediari che hanno sempre agito con grande professionalità e dedizione verso sia la compagnia sia i clienti. Il patrimonio di relazione con la clientela e con il territorio di elezione rischia di scomparire in modo irreversibile, senza alcuna possibilità di recupero in un mercato sempre più competitivo.

Si registra per la prima volta un avvenimento unico nel panorama delle rappresentanze degli agenti di assicurazione. Infatti, gli Agenti Toro hanno sottoscritto uno specifico Mandato irrevocabile al loro Presidente Roberto Salvi conferendogli la legittimazione giuridica per attivarsi nell’affermazione e nella difesa dell’identità, della storia e dei valori che identificano gli Agenti iscritti al GAAT.

Il Presidente Roberto Salvi, in passato con importanti incarichi sindacali nel mondo degli Agenti di assicurazione, continua a guidare il Gruppo Agenti Toro da oltre un decennio con l’unanime consenso dei colleghi. L’attribuzione del mandato è stata acclamata da un applauso intenso, duraturo, caloroso, una vera standing ovation segno della grande fiducia riposta in lui. Dal mandato attribuitogli può dipendere il futuro di una Rete di Agenti ritenuta fra le più qualificate e prestigiose del mercato.

Nello specifico, a Roberto Salvi è stato dato l’incarico di adoperarsi con ogni mezzo sarà ritenuto opportuno al fine di essere costantemente aggiornato sullo stato di ogni atto correlato al progetto di fusione. Ciò dovrebbe permettere di tutelare al meglio tempestivamente la rete agenziale con tutte le azioni tecniche e giuridiche che si renderanno necessarie“.

Intermedia Channel

Related posts

One Comment;

  1. Maurilio Traetto said:

    Ancora una volta noto come i Gruppi non parlano di cose utili agli Agenti. In questi anni mi sono spesso occupato delle compensazioni delle loro indennità (TFR) con presunzione di crediti delle loro mandanti. (Rivalse, riclassificazioni, etc.. etc..)
    A questo punto mi domando, perchè i Gruppi non iniziano a parlare e discutere come porre al riparo le loro indennità (TFR) ? perchè lasciare alle Società il maturato ? perchè non investire il proprio T.F.R in BOT in Obbligazioni, oppure in polizze anche con la propria Mandante, almeno il 27 e il 28 ANA, articoli questi che dovranno comunque essere liquidati dall’Impresa a prescindere dall’istituto utilizzato per il recesso.
    Iniziamo a parlare di cose serie, gli Agenti, a mio avviso, hanno bisogno di risolvere e tutelare il loro lavoro !
    Mi auguro che questo mio messaggio possa essere raccolto dai Gruppi e aprire un dibattito per lavorarci sopra.

    Maurilio Traetto

Comments are closed.

Top