RGI aderisce a SHARE

RGI - Nuovo logo HiRes

RGI - Nuovo logo HiResRGI, gruppo operante a livello europeo nell’offerta di software e servizi tecnologici per il settore assicurativo, ha ufficialmente aderito a SHARE, Associazione nazionale dei produttori di software assicurativo.

Nata nel marzo del 2016, l’Associazione (il cui acronimo significa Software House Assicurative in Rete) “è un’associazione nazionale senza scopo di lucro, che raggruppa le principali aziende sviluppatrici di software per il settore assicurativo”. SHARE – si legge in una nota – “si impegna a diffondere la cultura informatica e tecnologica tra gli operatori del settore assicurativo; a stimolare la diffusione di software e tecnologie; a definire standard di mercato ai sensi dell’art. 22 della Legge 221/2012, in particolare lo scambio dei dati tra compagnie ed intermediari; a promuovere gli interessi imprenditoriali dei soci; a porsi come punto di riferimento per le istituzioni, imprese di assicurazione ed intermediari per tutte le questioni relative alla tecnologia applicata al settore assicurativo”.

“Grazie alla nostra expertise omnicanale, dagli intermediari alle compagnie, passando per la bancassurance, siamo certi di poter offrire un contributo importante per una vera trasformazione del mercato assicurativo – ha dichiarato Vito Rocca, CEO di RGI –. SHARE, con la sua rete di innovatori e software vendor, avrà tutte le caratteristiche per essere l’influencer tecnologico che promuove l’evoluzione digitale su tutta la value chain”.

In SHARE saranno delegati a rappresentare RGI Dario Ravera Chion – Intermediaries Independent Advisors Strategic Partnership Director – e Elena Pistone, Corporate Marketing and External Relations Director.

“Continuo ad essere convinto che siamo sulla strada giusta per contribuire a gestire tecnologicamente il cambiamento del contesto assicurativo – ha commentato Giuseppe Gulino, Presidente di SHARE –. I prossimi mesi ci vedranno protagonisti assoluti di quelle che saranno le soluzioni applicative necessarie all’applicazione delle normative italiane ed europee. Sono felice che RGI abbia recepito l’opportunità di essere in SHARE, così come stanno pian piano stanno accorgendosene le principali istituzioni e associazioni di categoria e di settore”.

Intermedia Channel

Related posts

Top