Rgi Group, a fine mese le offerte vincolanti

Rgi Group ImcSono attese per la fine del mese le offerte vincolanti per Rgi Group, il gruppo specializzato in software per compagnie assicurative che era stato delistato da Piazza Affari dai fondi di 21 Investimenti e di Quadrivio sgr nell’estate del 2009 a 2,01 euro per azione. Allora l’operazione si era basata su una valutazione dell’intero gruppo, debito compreso, di 46,6 milioni di euro, pari a un multiplo di 4,2 volte l’ebitda del 2008 che aveva raggiunto 11,2 milioni a fronte di 32,3 milioni di ricavi. Oggi Rgi Group è controllata al 79,33% da 21 Investimenti, tramite Holco Afrodite srl, all’11,86% da Quadrivio e per il resto dai manager guidati dall’amministratore delegato Vito Rocca. Sul tavolo dell’advisor Mediobanca, che a suo tempo aveva affiancato i due fondi nell’opa di delisting, sono arrivate le offerte di vari fondi di private equity.

Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, particolarmente caldo sul deal è il prodotto small cap di Ardian, l’ex Axa Private Equity, che proprio grazie al suo originale legame con il settore assicurativo può contare sulla possibilità di attingere a un know how di livello e a importanti contatti. Interesse è stato avanzato anche da Palamon Capital Partners, un fondo che a sua volta ha consolidata esperienza nel settore del software, visto che in Italia aveva investito a suo tempo in Teamsystem, per poi cederla a Bain Capital nel 2005.

Il 2013 di Rgi si è chiuso in linea con il budget. La società ha realizzato oltre 50 milioni di euro di ricavi con un ebitda di oltre 15 milioni. Il gruppo aveva chiuso il 2012 con 47,5 milioni di ricavi cosolidati (dai 46,7 milioni del 2011) e con un ebitda di 12,5 milioni (da 12,2 milioni) a fronte di un indebitamento finanziario netto di 9,3 milioni (in calo da 16,9 milioni, rispettando la tabella di marcia di rimborso del finanziamento erogato dalle banche a supporto dell’opa).

Autore: Stefania Peveraro – Milano Finanza (Estratto articolo originale)

Related posts

Top