Ricerca Celent per RGI sulla digitalizzazione delle compagnie assicurative

Digital Insurance Business - Digitalizzazione Imc

Digital Insurance Business - Digitalizzazione Imc

Digitalizzare è un elemento chiave per l’82% delle Compagnie Assicurative, ma solo il 5% ne ha completato la sua strategia. A RGI Next – Back to the Future, evento annuale della società leader in Europa nella produzione di software per le compagnie assicurative, presentato PASS_Insurance, “nuova era” della digitalizzazione del mercato assicurativo

L’82% delle compagnie assicurative italiane ritiene che la digitalizzazione rappresenti un elemento chiave per lo sviluppo del business, ma solo il 5% ne ha completato l’attuazione: queste sono alcune delle evidenze emerse da una ricerca condotta da Celent (Oliver Wyman Group) per RGI, la società italiana leader in Europa nella realizzazione di software per il settore assicurativo.

Lo studio ‘Insurance, Digitization and the Italian Market – How ready are Italian Insurers?’*, presentato durante RGI Next – Back to the Future, l’appuntamento annuale che coinvolge i C-level (le figure societarie di alto profilo, tra le quali, amministratori delegati, direttori finanziari, direttori operativi, responsabili marketing, responsabili tecnici/tecnologici…) delle maggiori compagnie assicurative italiane ed internazionali, ha analizzato il livello di digitalizzazione dell’industria italiana dell’assicurazione e le aspettative da parte dei consumatori.

Mentre il 79% delle compagnie assicurative è a conoscenza della necessità di fornire buoni prodotti a prezzi competitivi, valore importante per il 66% dei consumatori, si assiste ad una forte sottovalutazione sull’importanza di fornire innovazioni di prodotto e applicazioni tecnologiche per l’uso dei servizi, con un gap tra la consapevolezza delle Società (rispettivamente 29% e 25%) e le reali richieste dei clienti che ne manifestano la rilevanza rispettivamente al 46 e al 44%.

Inoltre secondo i consumatori, la sicurezza finanziaria si colloca al primo posto tra le caratteristiche richieste a una compagnia, con il 69% di preferenze, seguita oltre che dai prezzi competitivi (66%) anche dal bisogno di un’offerta personalizzata (64%).

RGI Next 2015 - Infografica futuro digitale per le assicurazioni italiane Imc

“Quello che emerge sempre più chiaramente è un cliente finale maturo per beneficiare di servizi digitali oltre ai servizi tradizionali. La digitalizzazione offre alle compagnie assicurative una chiave d’accesso straordinaria per colmare questi gap e sviluppare, attraverso l’innovazione, il business di domani – commenta Vito Rocca, CEO di RGI –. Oggi RGI, con la suite di prodotto PASS_Insurance 2.0, ha la soluzione per abilitare il processo di trasformazione digitale e traghettare il business delle compagnie assicurative da un modello tradizionale verso il modello digitale”.

La nuova soluzione elaborata da RGI – si legge in una nota – “è una piattaforma software scalabile e modulare, pensata per la gestione di tutto il ciclo di vita delle polizze assicurative, con innovative caratteristiche e funzionalità per le società assicurative che ottimizzano la user experience in termini di mobile e multicanalità, offrendo un’esperienza utente che si avvicina più a un sistema B2C che a un B2B. Le informazioni sono infatti incluse all’interno di una dashboard personalizzabile composta da una serie di widget che permetteranno di accedere a tutte le funzionalità interne dell’applicativo secondo le diverse esigenze”.

Bisogni emersi anche durante i workshop realizzati durante l’evento RGI Next sulle linee di business Danni, Vita e Sinistri, a cui hanno partecipato come relatori Carlo Menozzi, direttore generale di Credem Assicurazioni e CredemVita, Davide Berveglieri, direttore Bancassurance Commerciale e Gestione e Damiano Fusina, Sviluppo Diretta BU Bancassicurazione di Cattolica Assicurazioni e Roberto Lecciso, COO di Helvetia.

Nei workshop – prosegue la nota – sono emersi anche trend tecnologici del mercato e le applicazioni più significative della digitalizzazione in campo assicurativo: da efficienti e migliori strumenti di analisi alla rimozione di ridondanze e sprechi nei processi, dalla personalizzazione dei prodotti fino ovviamente all’innovazione dell’offerta digitale.

Intermedia Channel


* Impianto metodologico dell’indagine: 190 interviste a Vice Presidenti o superiori, responsabili del settore digitale della compagnia, di cui 28 sul mercato italiano. Oltre 1.200 risposte da consumer di Francia, Germania, UK e Italia, di cui 307 direttamente dall’Italia

Related posts

Top